Expo: Papa, porto voce poveri e di chi ha fame

(ANSA)- VATICANO, 1 MAG – “Sono grato di unire la mia voce” all’Expo, “la voce dei pellegrini nel mondo intero, è la voce di tanti poveri che fanno parte di questo popolo e con dignità cercano di guadagnarsi il pane col sudore della fronte”. Così il Papa nel videomessaggio alla inaugurazione dell’Expo. “Vorrei farmi portavoce di tanti fratelli e sorelle, cristiani e non, che Dio ha amato e per il quale ci ha insegnato” a “chiedere il pane quotidiano”. L’Expo è “occasione propizia per globalizzare la solidarietà”.

Condividi: