Lo Scudetto della Juve: si accende la stella Pogba, spettacolo Tevez

Pubblicato il 02 maggio 2015 da redazione

Juventus' supporters celebrate the "Scudetto"
TORINO. – Le pagelle dei bianconeri.

Buffon 9: scherza dicendo di essere “vicino alla scadenza”, ma a 37 anni suonati, a 20 anni dall’esordio in A e con oltre 900 partite ufficiali sulle spalle, resta il numero 1. E’ riuscito ad essere decisivo sulle palle-gol più insidiose, errori ed incertezze s sono contate sulle dita di una mano.

Storari 6.5: riserva sempre affidabile. Chiamato all’ultimo minuto a sostituire Buffon nel derby di andata, ha avuto la sfortuna di doversi inchinare alla prodezza di Bruno Peres, in gol dopo una corsa di 80 metri.

Barzagli 7: una lunga e complessa guarigione dall’infortunio accusato pochi giorni prima dei Mondiali, l’ha lasciato fuori per 7 mesi. E’ rientrato nel finale di stagione, tonico e preciso come non si fosse mai fermato.

Bonucci 7.5: rendimento di grande regolarità, senza grandi distrazioni. Uno dei più impegnati, ha retto benissimo ai super-impegni. Tre reti in A quest’anno: pesantissimo il 3-2 alla Roma, da ricordare anche il 2-0 alla Lazio.

Chiellini 8: inossidabile. Fuori per squalifica le prime due giornate, appena rientrato si è confermato colonna della difesa. La scivolata in Champions contro il Borussia è stato probabilmente l’unico momento sfortunato.

Caceres 6.5: annata storta per l’uruguaiano. Il primo stop in autunno, un mese per la lesione muscolare rimediata il 5 ottobre contro la Roma. All’inizio di marzo, il secondo guaio, più grave: la frattura del malleolo che l’ha costretto in tribuna nella stagione del raccolto.

Lichtsteiner 7: inesauribile, meticoloso nell’azione difensiva, la sua spinta sulla fascia ha scardinato molte difese. Una piccola flessione alla distanza non ne scalfisce un’ottima stagione.

Evra 7.5: prima parte di stagione abbastanza anonima, crescendo finale. Una pedina preziosa sulla linea mediana con il 3-5-2 ma anche esterno nella difesa a 4.

Ogbonna 6: sette partite da titolare quando la difesa bianconera era in emergenza, ha collezionato una ventina di presenze. Ancora qualche battuta a vuota, ma nel complesso è migliorato.

Asamoah sv: è uscito di scena già all’inizio di dicembre, per l’intervento al ginocchio e la ricostruzione di una cartilagine. Si rivedrà nel finale di stagione.

Romulo sv: stagione-calvario per l’esterno preso in prestito dal Verona, operato per un’ernia bilaterale. Solo un paio di presenze poi è finito nella lista dei lungodegenti.

Sturaro 6.5: arrivato a gennaio, è stato prezioso quando Allegri si è trovato a dover gestire l’emergenza a centrocampo per gli infortuni di Pirlo, Pogba e Marchisio.

Padoin 7: campione di professionalità, senza voler strafare si è sempre rivelato utile, da esterno, mediano o anche da regista all’occorrenza.

Pirlo 8: punizione magiche e la solita fonte di gioco indispensabile. Il regista bianconero è stato frenato da qualche infortunio, il più grave subito nell’andata dei quarti di Champions. Rientrato ad aprile dopo uno stop di quasi 50 giorni.

Marchisio 8: il ‘Principino’ bianconero ha raggiunto la piena maturità: recupera palloni, imposta e illumina il gioco, che ci sia Pirlo al suo fianco o che debba sostituire il bresciano. Il ‘giallo’ del doppio referto medico quando era in Nazionale l’ha fatto diventare ancora più protagonista. Per sua fortuna, l’infortunio non era così grave.

Pogba 9: l”oggetto del desiderio’ dell’Europa ricca del calcio, il francese ha deliziato con il suo gioco e gol tanto spettacolari quanto importanti. L’infortunio l’ha lasciato ai box nel momento clou della stagione, ma il suo timbro sul quarto scudetto bianconero l’aveva già messo abbondantemente.

Vidal 6.5: Ripetere il 2013/2014 monstre, non era facile. La stagione del cileno è stata travagliata, il post-operazione al ginocchio e la fatica dei Mondiali l’hanno costretto ad una lunga rincorsa. Crescendo nel finale.

Pereyra 7: in progresso, anche se il suo talento è rimasto ancora in larga parte inespresso. Meglio da trequartista, che nella linea dei 5 centrocampisti, Allegri avrebbe voluto qualche gol in più da lui. Pepe 6.5: finito un calvario durato due anni, si è ripreso la scena in Coppa Italia, con grande orgoglio. Qualche apparizione anche in campionato.

Mattiello sv: due presenze in serie A prima di passare al Chievo, dove ha avuto un grave infortunio.

Morata 7.5: gol pesanti partendo dalla panchina, ha soffiato il posto a Llorente come prima spalla di Tevez. Ed ha segnato anche da titolare. Una forza della natura che ha fatto grandi progressi sul piano tattico.

Llorente 6.5: non ha ripetuto la sua prima stagione alla Juve. Nulla da dire sul piano dell’impegno, ma un po’ molle in area di rigore. Uscito dal rango dei primattori.

Tevez 9.5: una stagione incredibile. Non c’è fatica o acciacco che l’abbia fermato. Ha segnato gol ‘immortali’: tecnica, potenza, scaltrezza. Sempre fino al 95′ su e giù per il campo. La Juve spera che non voglia tornare in Argentina.

Coman 6: il suo talento deve ancora sbocciare, qualche anticipazione l’ha già data ma è tutto da scoprire.

Giovinco 6: a gennaio ha lasciato la casa bianconera per un contratto principesco in Canada.

Matri 6: arrivato a gennaio al posto di Giovinco.

De Ceglie sv: partito in estate, rientrato a gennaio.

Marrone sv: è rimasto quasi sempre ai box per infortunio.

Allegri 9.5: un capolavoro. Chiamato in fretta e furia al posto di Conte, con grande autorevolezza ha guidato la Juve al quarto titolo ed alle semifinali di Champions dopo 12 anni. Ha fatto tacere gli scettici ed i detrattori.

Ultima ora

04:33Savoia: salma Vittorio Emanuele III in arrivo dall’ Egitto

(ANSA) - ROMA, 17 DIC - La salma di Vittorio Emanuele III è partita da Alessandria d'Egitto dove era sepolta nella cattedrale di Santa Caterina, per rientrare in Italia a bordo di un volo militare atteso stamani attorno alle 11. Lo ha riferito il Gr1 di Radio Rai, precisando che alla partenza erano presenti familiari e l'ambasciatore italiano al Cairo Giampaolo Cantini. Le spoglie del sovrano, a quanto si è appreso, sarebbero state portate da Alessandria in un aeroporto militare nelle vicinanze del Cairo, punto di partenza per l'Italia a bordo di un aereo militare. Il velivolo dovrebbe atterrare in mattinata in uno scalo militare del Piemonte, e la bara dovrebbe essere poi traslata al Santuario di Vicoforte, accanto a quella della regina Elena, sebbene alcuni familiari premano ancora per la traslazione nel Pantheon.

01:35Calcio: Francia, Psg a valanga e il Monaco resta a -9

(ANSA) - ROMA, 17 DIC - Il Paris Saint Germain risponde alla vittoria di ieri del Monaco infliggendo una dura lezione al Rennes, battuto 4-1 in trasferta con una doppietta di Neymar e gol di Cavani e Mbappè. I parigini, dopo 18 giornate, mantengono il +9 di vantaggio sui monegaschi. Fari puntati domani sulla sfida Lione-Marsiglia, match clou che mette di fronte due squadre in corsa per la Champions ed è una grande occasione per gli ospiti, guidati da Rudi Garcia sono in corsa per il secondo posto. Nonostante i gol di Balotelli, il Nizza annaspa al settimo posto e domenica ospita il Bordeaux. Tra le altre partite di oggi, il Digione ha battuto 3-0 il Lille e sale al settimo posto a quota 24, dove si trovano anche lo Strasburgo, che ha battuto 2-1 il Tolosa, e il Caen, che invece non è andato oltre lo 0-0 in casa col Guingamp. Seconda vittoria stagionale per il fanalino di coda Metz, che è riuscito a imporsi 3-1 a Montpellier.

01:05Calcio: Roma, Di Francesco “vittoria sofferta ma importante”

(ANSA) - ROMA, 16 DIC - "Questa gara era importante, avevo dato un segnale, e l'abbiamo vinta soffrendo. Si parla sempre degli episodi, che sono importantissimi, ma noi avremmo potuto fare gol prima. Abbiamo subito il primo tiro contro dopo 83', abbiamo sempre fatto la gara contro un Cagliari molto organizzato ma noi abbiamo voluto fortemente la vittoria. Ci teniamo stretti questi 3 punti". Lo ha detto l'allenatore della Roma, Eusebio Di Francesco, dopo la vittoria al 94' sui sardi. "Abbiamo concesso pochissimo in difesa, il Cagliari non ci ha permesso di essere aggressivi ma abbiamo avuto una grande supremazia territoriale - ha proseguito -. Dovevamo essere più cinici e cattivi, dobbiamo lavorare ancora di più. Ma io non sono d'accordo sulla prestazione negativa, abbiamo fatto la partita. Abbiamo tirato in porta 20 volte, dovevamo essere più precisi".

01:03Cile: frana per piogge torrenziali, 3 morti e 15 dispersi

(ANSA) - SANTIAGO, 16 DIC - Piogge torrenziali nel sud del Cile hanno causato una frana che ha sommerso un villaggio: almeno tre persone sono morte e altre 15 risultano disperse. Lo riferisce il viceministro dell'Interno Madmud Aleuy, aggiungendo che le vittime sono due donne e un turista non ancora identificato. Le piogge hanno causato l'esondazione di un fiume vicino a una collina franata su 20 delle 200 case del villaggio di Villa Santa Lucia, nella regione meridionale di Los Lagos. La presidente Michelle Bachelet ha riferito su Twitter che i servizi di emergenza stanno lavorando dell'area "per soccorrere le persone colpite". Alcuni feriti sono stati evacuati in elicottero. (ANSA)

01:01Omicidio cestista Nba Lorenzen Wright, arrestata moglie

(ANSA) - WASHINGTON, 16 DIC - Per l'uccisione nel 2010 dell'ex giocatore di basket Nba Lorenzen Wright, la polizia di Memphis ha arrestato l'ex moglie Sherra, 46 anni, e un suo coetaneo, Bill Turner, accusati ora di concorso nell'omicidio. Le forze dell'ordine non hanno reso noto cosa le abbia portate ai due e il movente del delitto, ma la svolta sarebbe stata impressa dal ritrovamento dell'arma usata nell'aggressione, in un lago vicino a Walnut, Mississippi, 75 miglia a est di Memphis. Il corpo di Wright, che allora aveva 34 anni, fu trovato alla periferia della città in stato di decomposizione dieci giorni dopo la sua scomparsa. Aveva diverse ferite d'arma da fuoco. Il cestista aveva giocato nell'Nba per 13 anni in 5 squadre, tra cui quella di Memphis.

00:50Basket: serie A, Sassari-Pistoia 88-81

(ANSA) - ROMA, 16 DIC - La Dinamo Sassari infila la settima vittoria consecutiva fra Lega A e Champions sconfiggendo 88-81 sul parquet del PalaSerradimigni la The Flexx Pistoia in un anticipo dell'11/a giornata di serie A di basket. Mattatore della serata è la guardia biancoblu' Scott Bamforth che chiude la partita con 26 punti e 6 assist guidando i padroni di casa verso una vittoria per nulla scontata. Sassari sale a 14 punti, Pistoia resta ad 8.

00:49Incendi California, ancora evacuazioni contea S.Barbara

(ANSA) - SANTA BARBARA, 16 DIC - Brucia senza sosta la California, nella contea di Santa Barbara, dove sono state ordinate nuove evacuazioni nella zona di Montecito. Il forte vento spinge le fiamme verso le case dove risiedono alcuni vip, fra i quali la star della tv Oprah Winfrey. Finora Thomas Fire (questo il nome dato all'incendio) ha distrutto oltre 1.000 edifici e oltre 700 case e, secondo le autorità, potrebbe colpire altre 18.000 strutture. Ieri è costato la vita a un vigile del fuoco, morto soffocato dal fumo.

Archivio Ultima ora