Baltimora: revocato coprifuoco. A New York, ferito poliziotto

Pubblicato il 03 maggio 2015 da redazione

Baltimore Police Death
WASHINGTON. – Dopo cinque notti consecutive, il sindaco di Baltimora ha deciso la revoca del coprifuoco indetto nella città del Maryland in seguito ai disordini in cui era sfociata lo scorso lunedì la protesta per la morte del 25enne afroamericano Freddie Gray mentre era sotto arresto.

Molto è successo e molto è cambiato da quella notte di rabbia e fiamme a Baltimora, dove la protesta continua a portare un fiume di gente in piazza ma senza più sussulti di violenza, adesso che tutti i sei poliziotti coinvolti nel caso sono stati incriminati. La procuratrice Marilyn Mosby ha stabilito che quello di Freddie Gray e’ stato un omicidio, aprendo cosi’ la procedura per portare in tribunale gli agenti che lo hanno arrestato. Ha riportato così la pace per le strade di Baltimora, tanto che da più parti già ieri si chiedeva che il coprifuoco venisse tolto e che si tornasse alla normalità, per il bene della città e della sua economia.

Resta tuttavia una tensione – e una ferita – che va oltre Baltimora, che riguarda tutti gli Stati Uniti e che rischia di riaprirsi in ogni momento. Ne sono convinti quasi la totalità degli americani che temono un’estate di disordini e tensioni razziali in tutti gli Stati Uniti. Stando ad un sondaggio Wall Street Journal/Nbc lo crede il 96% del Paese, secondo cui la percezione diffusa è che i recenti fatti di Baltimora non siano un fenomeno locale, ma piuttosto eventi sintomatici di un più vasto problema nazionale.

Così il ferimento di un poliziotto in borghese a New York, nel Queens, fa tornare la paura. E’ accaduto ieri nel tardo pomeriggio: l’agente Brian Moore, di 25 anni, e’ stato colpito alla guancia mentre dalla sua auto, in servizio, si accingeva ad interpellare un sospetto. Un 35enne e’ stato arrestato un’ora dopo, a quanto si apprende si tratterebbe di un individuo con precedenti e noto alle forze dell’ordine. Il poliziotto resta in ospedale in gravi condizioni.

L’episodio si è verificato meno di sei mesi dopo che due agenti della Polizia di New York sono stati uccisi dopo la decisione di grand jury, un’udienza preliminare, di non incriminare un poliziotto nel caso della morte di Eric Garner, anche lui afroamericano come Gray.

La paura irrompe anche nella campagna in vista delle elezioni presidenziali del 2016, di fatto già partita. I candidati dovranno dare risposte chiare e proporre soluzioni sul tema balzato senza dubbio in cima all’agenda, quello delle tensioni razziali. L’eredità di Freddie Gray rischia così di pesare su Martin O’Malley, ex governatore democratico del Maryland ed ex sindaco – bianco – di Baltimora, dato come potenziale sfidante di Hillary Clinton per la nomination democratica nella corsa alla Casa Bianca con un annuncio atteso a breve.

O’Malley e’ stato una sorta di Rudy Giuliani di Baltimora: sindaco dal 1999 al 2006, ha applicato politiche di tolleranza zero che hanno ridotto certamente la violenza e la criminalità, ma in molti si chiedono se con i suoi metodi radicali non abbia in realtà appiccato l’incendio scoppiato in questi giorni.

(di Anna Lisa Rapanà/ANSA)

Ultima ora

20:36Scuola: ‘bottone rosso’e Carta diritti, novità alternanza

(ANSA) - ROMA, 16 DIC - Un "bottone rosso" (digitale) che gli studenti in alternanza scuola-lavoro potranno usare per segnalare eventuali criticità. Una Carta dei diritti e dei doveri per chi è impegnato in questa attività didattica "innovativa". E ancora, un osservatorio istituito al Ministero dell'istruzione con il compito di produrre ogni anno - il primo sarà a giugno 2018 - un report su quanto fatto. Si rafforza con gli Stati generali, oggi al Miur, e con l'introduzione di questi nuovi strumenti, l'alternanza scuola-lavoro che la legge 107 ha reso obbligatoria per gli studenti del triennio delle superiori. L'obiettivo, ha ribadito la ministra Valeria Fedeli, è offrire ai ragazzi, con il contributo di tutte le parti, "le garanzie per un sistema con più qualità, trasparenza e responsabilità". Un sistema che, secondo il sottosegretario Gabriele Toccafondi, ha ancora luci e ombre, ma che mira a far crescere e formare la persona. A puntare il dito sulle ombre sono stati l'Unione degli studenti e il Fronte della gioventù comunista.

20:35Droga: in autocisterna vino 700 chili cocaina e hashish

(ANSA) - TORINO, 16 DIC - Nell'autocisterna del vino erano nascosti 700 chili di cocaina e hashish. E' la scoperta fatta dai carabinieri del Nucleo Investigativo di Torino, in collaborazione con i colleghi di Cagliari - dove è iniziata l'indagine - che hanno arrestato due italiani di 30 e di 32 anni. L'autocisterna è stata fermata all'interno di un capannone di Moncalieri, alle porte di Torino. Una volta travasato il vino rosso, dentro la cisterna sono saltate fuori delle casse metalliche con all'interno lo stupefacente. Il mezzo è stato sequestrato. Le indagini proseguono nel massimo riserbo per stabilire la provenienza della droga e identificare i complici dei due arrestati. (ANSA).

20:28Nuoto: Europei, Scozzoli argento e record

(ANSA) - ROMA, 16 DIC - Due medaglie per l'Italia nella quarta giornata dei campionati europei in vasca corta, in svolgimento a Copenhagen. Nella finale dei 100 rana, Fabio Scozzoli conquista l'argento con il nuovo record italiano, 56''15, battuto solo dal britannico Adam Peaty, a sua volta autore del nuovo primato continentale (55''94). E' il secondo podio per della rassegna per l'atleta azzurro dopo l'oro nei 50 rana. Ilaria Cusinato agguanta la medaglia di bronzo nei 200 misti con il primato personale di 2'08"19. La medaglia d'oro è stata vinta dall'ungherese Katinka Hosszu, la quinta di questa manifestazione, e l'argento dalla sua connazionale Evelyn Verraszto.

20:21Austra: neo ministro Interni, nessuno ha nulla da temere

(ANSA) - ROMA, 16 DIC - "Nessuno avrà nulla da temere" dalla nuova coalizione governativa austriaca. A rassicurare gli animi - scrive la Bbc online - è il neo ministro dell'Interno di Vienna, Herbert Kickl, del partito della destra oltranzista, il Fpoe di Heinz-Christian Strache, alleato con i popolari dell'Oevp, guidati dal cancelliere designato Sebastian Kurz. Kickl ha precisato che si sente "ottimista" sulla nuova coalizione governativa.

20:19Sudafrica: Anc a congresso, eleggerà futuro successore Zuma

(ANSA) - ROMA, 16 DIC - In Sudafrica oltre 5.000 candidati dell'African National Congress (Anc), il partito di Mandela che governa saldamente il Paese dalla fine dell'apartheid, sono riuniti in una conferenza cruciale non solo per l'ex movimento di liberazione dei neri, ma per la sorte dello stesso Sudafrica, logorato da 23 anni di scandali, lotte di potere e insuccessi. Domani infatti nel Centro Congressi di Johannesburg si eleggerà il nuovo leader che prenderà il posto di Jacob Zuma che nel 2019 - se nel frattempo non avverrà un terremoto politico - lo sostituirà nella carica di presidente della Repubblica. Zuma, 75 anni, la cui immagine è appannata da accuse di corruzione e problemi con la giustizia e anche di violenza sessuale, ha invitato i delegati a scegliere un candidato 'unitario' e ha dato il suo 'endorsement' al vicepresidente della Repubblica, Cyril Ramaphosa, 65 anni, la cui priorità è far rinascere l'economia del Paese, un tempo molto forte. Suo avversario è l'ex moglie di Zuma, Nkosazana Dlamini-Zuma, 68 anni.

20:18Napoli: Hamsik a segno, eguaglia record Maradona con 115 gol

(ANSA) - ROMA, 16 DIC - Marek Hamsik iscrive il suo nome nella storia del Napoli raggiungendo Diego armando Maradona a quota 115 gol con la maglia azzurra. Un record che lo slovacco inseguiva da tempo e che ha centrato segnando oggi al Torino il gol del momentaneo 3-0 per i partenopei.

20:15Austria: neo governo, ‘impegnati per una Ue forte’

(ANSA) - VIENNA, 16 DIC - Il nuovo governo austriaco di popolari e nazionalisti ha sottolineato il suo impegno con l'Ue e altre organizzazioni internazionali, escludendo un referendum stile Brexit nel Paese. "Solo in un'Europa forte ci può essere un'Austria altrettanto forte, dove saremo in grado di sfruttare le opportunità del 21/o secolo", si legge nell'intesa sottoscritta da due partiti della coalizione nero-blu e presentata oggi. Anche il presidente della Repubblica austriaca, Van der Bellen, dopo avere incontrato il neo cancelliere Kurz e il leader dell'ultradestra Strache, ha detto che gli è stato assicurato l'impegno "pro-Ue" della nuova coalizione governativa. "Nei colloqui, tra le altre cose, ci siamo trovati d'accordo sul fatto che interesse nazionale per l'Austria è rimanere al centro di una forte Europa e di partecipare attivamente al futuro sviluppo dell'Unione europea", ha detto il capo di Stato.

Archivio Ultima ora