Le Pen ripudia Marine,”mi vergogno che porti mio nome”

(ANSA) – PARIGI, 4 MAG – “Mi vergogno che la presidente del Front National porti il mio nome”: dopo la sospensione dal Front National, Jean-Marie Le Pen ripudia la figlia Marine, accusandola di “crimine”. Auspica che la figlia “perda il cognome di famiglia il più rapidamente possibile”. “Può farlo – ha aggiunto – sia sposando il suo concubino, sia forse il signor Philippot (vicepresidente, dichiaratamente gay, ndr) o qualcun altro. Io non voglio che la presidente del Front National si chiami Le Pen”. (ANSA).

Condividi: