Expo: a Venezia esposizione su oro blu, apre “Aquae”

AquaeVenezia

VENEZIA. – Solo Venezia poteva essere l’eccezionale testimonial dell’acqua nel mondo. La città che vive sull’acqua ospita da oggi, sul bordo della sua laguna, l’unica rassegna collaterale all’Expo 2015 di Milano: ‘Aquae’, promossa dalla società fieristica Expo Venice, presieduta da Cesare de Michelis.

Su un padiglione di 14mila metri quadrati, realizzato su un progetto di Michele De Lucchi (ha firmato il padiglione Zero di Milano), verranno raccontate con mostre, eventi, appuntamenti educativi le infinite correlazioni esistenti tra l”oro blu’, l’uomo ed il pianeta. Acqua da gestire e soprattutto acqua da risparmiare, se si vuole che la vita sulla Terra prosegua ancora a lungo. Accanto agli aspetti ambientali e scientifici, verrà dato spazio alle eccellenze della ricerca e dell’impresa.

In questo senso ‘Aquae’ realizza un percorso interattivo fra i temi legati all’ambiente, all’agricoltura, all’industria, alla salute e al benessere, fino all’alimentazione e ai cambiamenti climatici. In un terra ricca di tradizioni gastronomiche come il Veneto, non manca il percorso dei ‘sapori’ legati al mare, interpretato nella sezione denominata ‘Water Food World’.

Un Expo in sedicesimo declinato sui temi dell’acqua che, per Venezia, significa anche un passo avanti verso una struttura fieristica permanente. Il padiglione, costruito da Condotte Immobiliare spa, resterà attivo e in gestione a Expo Venice anche dopo la fine dell’esposizione universale, il 31 ottobre 2015, e servirà per esposizioni, congressi, eventi.

Sono molte le macchine sceniche e le sezioni ‘esperienziali’ dislocate nelle diverse aree di ‘Aquae’, per cercare di far vivere ai visitatori un ‘fiume’ di emozioni e informazioni. La ‘Rosa dell’Acqua’ è un grande dodecaedro d’immagini calato dal soffitto, composto da 12 schermi da cui verranno trasmessi spettacoli audiovisivi sulle interrelazioni fra l’acqua, il pianeta e i suoi abitanti. Un’altra è stata intitolata ‘Viaggio nell’abisso’: si tratta di un teatro 3D che può avvolgere il visitatore con immagini e suoni iper realistici a simulare la discesa nelle profondità marine, potendo ammirare paesaggi, vegetazione e peschi che abitano gli oceani alle diverse profondità.

Il ‘Teatro del clima’ ospita invece un vero e proprio set dedicato alle previsioni del tempo, con immagini da satellite. Direttore artistico di ‘Aquae’ è Davide Rampello, per ha curato per l’Expo di Milano il padiglione Zero e il calendario degli aventi. Il padiglione veneziano può contare inoltre su un’area esterna per esposizioni e percorsi didattici di altri 35mila metri quadrati, per una superficie complessiva di 50mila metri quadrati.