Risorge il Milan, una brutta Roma cade con un gol di Destro

Pubblicato il 09 maggio 2015 da redazione

AC Milan's Mattia Destro (down) jubilates after scoring the goal during the Italian Serie A soccer match AC Milan vs AS Roma at Giuseppe Meazza stadium in Milan, Italy, 09 May 2015. ANSA/MATTEO BAZZI

MILANO. – Berlusconi promette: il Milan non finira’ in mani sbagliate, non lo avra’ chi e’ a caccia di popolarita’. Messaggio per mr. Bee Taechaubol poco prima del fischio di inizio della partita contro la Roma vinta dai rossoneri per 2-1 (van Ginkel e Destro, accorcia Totti su rigore). “Sono pronto a fare un sacrificio – dice il Presidente che per la prima volta parla apertamente delle sue intenzioni – e a staccarmi dal Milan, ma solo dopo aver verificato le reali intenzioni di chi vuole acquistare il club”.

Un chiarimento necessario dopo giorni di rumors e di incertezze che pero’ non placa la protesta degli ultras ancora una volta fortemente sarcastici verso il club e Galliani: “Una stagione senza dignita’, uno stadio vuoto, la triste realta’ e adesso grandi campioni per rifondare se senza tifosi non volete restare o al citofono ci verrete a supplicare”.

Un clima difficile per il Milan che si gioca dignita’ e orgoglio. Di fronte ha una Roma che non vuole lasciarsi scappare il sogno della Champions. Inzaghi aveva strigliato i suoi giocatori: “In tanti devono tenersi stretta la maglia del Milan”. La squadra capisce l’antifona e gioca un buon primo tempo, cresce con lo scorrere del tempo, passa in vantaggio con van Ginkel e costringe De Santis a un paio di parate miracolose.

L’approccio della Roma alla partita è comunque positivo, ma i tentativi di Doumbià e Florenzi vengono neutralizzati dagli interventi di Diego Lopez e Alex. Al 13′, però, primo squillo dei rossoneri: Honda prova il tiro dalla distanza e impegna De Sanctis che devia sopra la traversa. Il giapponese è in forma, lo si vede fin dalle prime battute della partita e sarà una spina nel fianco per la difesa della Roma. I giallorossi cercano di concretizzare il buon momento con il gol del vantaggio, ma al 17′ il colpo di testa di Manolas si infrange sul palo.

Le due squadre in campo si allungano, il risultato è aperto. Il Milan prende coraggio, vuole riscattarsi dopo i tre ko consecutivi e, trascinato da un ottimo Honda, sfrutta le incertezze dei giallorossi. La Roma, invece, subisce il contraccolpo della sostituzione di Gervinho, costretto a lasciare il campo per un problema muscolare. Lo rileva Ljajic ma la squadra di Garcia perde gran parte dell’iniziativa in attacco. Il Milan ne approfitta e chiama ancora De Sanctis ad un gran intervento: al 37′ Van Ginkel crossa e Bonaventura impatta di testa, ma è bravo il portiere ospite.

L’occasione mancata è preludio al gol: due minuti più tardi, affondo sulla fascia destra di Honda che indisturbato mette palla al centro servendoVan Ginkel bravo ad accompagnare in rete. Vantaggio meritato per il Milan che affronta a testa alta la Roma, seconda in campionato. Nella ripresa i rossoneri non arretrano e confermano la grande voglia di riscatto. Dopo un tentativo di Florenzi al volo, arriva il raddoppio di Destro che si avventa su un cross di Honda, gol di testa per il giocatore ancora di proprieta’ della Roma. Emozione per il centravanti che dedica il gol al nonno scomparso una decina di giorni fa.

Il Milan e’ carico e Bonaventura sciupa la palla del 3-0. Garcia e’ sconsolato, si siede in panchina piuttosto torvo. Chiama allora Totti che si prende gli applausi dell’intero stadio e riaccende la partita. Al 27′ De Jong travolge Iturbe, l’arbitro fischia il rigore, trasforma il capitano con Diego Lopez che aveva intuito la traiettoria. Inzaghi sostituisce Destro che non la prende bene, al suo posto Pazzini. Ultime fiammate della Roma, davvero brutta questa sera tanto da non impensierire mai seriamente il portiere avversario. Finale teso con Inzaghi che viene espulso per proteste. Ultima chance per i giallorossi e’ una punizione calciata da Totti. Nulla di fatto e la partita finisce con la vittoria dei rossoneri.

Il Milan torna a vincere dopo tre sconfitte consecutive (il successo mancava dal 4 aprile, in casa invece dal 21 marzo), la Roma resta ferma a 64 punti e il suo secondo posto e’ sempre piu’ in bilico. Il Milan vince per l’orgoglio, Inzaghi combatte per conservare la panchina, Berlusconi lavora per il bene del Milan. Le sue parole sono rassicuranti: la sua squadra sara’ ceduta soltanto di fronte a serie intenzioni e a nuovi investimenti. In caso contrario, sara’ un Milan giovane e tutto italiano. Il finale non e’ ancora scritto, comunque mr. Bee Taechaubol e’ avvertito.

Ultima ora

15:42Mondiali: Australia vuole Scolari come ct

(ANSA) - ROMA, 13 DIC - L'Australia, attualmente senza allenatore per i Mondiali in Russia, vuole Luiz Felipe Scolari come ct per i 'Socceroos'. A rivelarlo è stato lo stesso 'Felipao' ad alcuni media del suo paese, il Brasile, dove si trova in vacanza dopo aver lasciato la panchina dei cinesi del Guangzhou Evergrande, con cui ha vinto tre campionati, una Coppa di Cina, due Supercoppe cinesi e una Champions asiatica. "E' vero, mi hanno contattato - ha detto Scolari -: il mio nome è nei loro radar". L'Australia è priva di tecnico perché Ange Postecoglu ha lasciato la squadra dopo aver ottenuto la qualificazione al Mondiale, in cui i Socceroos giocheranno nel gruppo C con Francia, Danimarca e Perù. Gli australiani erano interessati anche all'argentino Juan Antonio Pizzi, che però ha scelto l'Arabia Saudita. Così ora il presidente della federcalcio australiana, Steven Lowy, punta sul tecnico che ai Mondiali ha vinto nel 2002 con il Brasile ed è arrivato quarto nel 2006 con il Portogallo e nel 2014 ancora con il Brasile.

15:36Biotestamento: ok Senato art.1, si riprende alle 15.30

(ANSA) - ROMA, 13 DIC - Dopo aver respinto tutti gli emendamenti, anche quelli a scrutinio segreto, l'Aula del Senato dà il via libera all'articolo uno del provvedimento sul testamento biologico. I sì sono stati 154, 36 i no e 4 gli astenuti. L'Aula è stata sospesa e riprenderà alle 15.30 per votare gli emendamenti rimanenti.

15:09Eternit: Pg Cassazione, processi restino ‘spacchettati’

(ANSA) - ROMA, 13 DIC - Il Pg della Cassazione ha chiesto che siano dichiarati 'inammissibili' il ricorso della Procura e del Pg di Torino contro la decisione del Gup torinese che aveva 'spacchettato' il processo per le morti da Eternit, distribuendo la competenza anche a Napoli, Vercelli e Reggio Emilia. Il Gup, inoltre, aveva optato per l'omicidio colposo anziché doloso. Lo si è appreso dai familiari delle vittime presenti a piazza Cavour a Roma. Il Pg della Cassazione, Delia Cardia, ha chiesto di dichiarare inammissibile il ricorso di Pg e Pm torinesi e la Suprema Corte depositerà la sua decisione tra stasera e domani. Il Pg, a quanto ha riferito l'avvocato delle parti civili Marco Gatti, si è espresso anche per la conferma dell'accusa di omicidio colposo anziché doloso. Rammarico per la richiesta del Pg è stato espresso dal sindaco di Casale Monferrato, Titti Palazzetti, e da Assunta Prato dell'Associazione familiari vittime dell'amianto. (ANSA).

14:58Terrorismo: faceva proselitismo su web,condannato marocchino

(ANSA) - TORINO, 12 DIC - È stato condannato a sei anni di carcere Mouner El Aoual, detto 'Mido', il marocchino di 29 anni arrestato lo scorso aprile nel quadro di un'inchiesta contro il terrorismo. Ospite di una famiglia italiana, risultata estranea agli episodi contestati, è accusato di avere svolto attività di proselitismo via internet. Le indagini sono state svolte dai carabinieri del Ros con il coordinamento del pm Enrico Arnaldi di Balme. Per l'uomo la Procura di Torino aveva chiesto e ottenuto il giudizio immediato. (ANSA).

14:52Calcio: Udinese-Napoli, sale a 26 il numero dei Daspo

(ANSA) - UDINE, 13 DIC - E' salito a 26 il numero dei Daspo emessi dal Questore di Udine, Claudio Cracovia, a carico di altrettanti tifosi partenopei protagonisti di alcuni episodi finiti all'attenzione della Polizia in occasione dell'incontro di campionato tra Udinese e Napoli del 26 novembre. Oltre alle tre persone, una arrestata e due denunciate, identificate subito dopo i tafferugli scoppiati nel prepartita, la misura di prevenzione è stata emessa nei confronti di 22 persone, tutte identificate, che seppure fossero regolarmente con il biglietto si erano sedute in un'area della Tribuna diversa da quella loro assegnata, intimorendo nel contempo i tifosi locali con i propri comportamenti. Un ultimo Daspo è stato emesso nei confronti di un uomo di 33 anni, individuato come autore dell'accensione di un fumogeno all'interno del settore riservato ai sostenitori della squadra ospite. E' stato anche segnalato all'autorità giudiziaria per il possesso di ordigni pirotecnici. La posizione di altri tifosi è ancora al vaglio della Questura.

14:50Perquisizioni Gdf in azienda di yacht dopo denunce clienti

(ANSA) - GENOVA, 13 DIC - Questa mattina i militari della Guardia di Finanza di Savona, su delega della Procura, hanno eseguito perquisizioni e sequestri nei confronti della società MondoMarine, che costruisce yacht, e di parte dei soci, amministratori e consulenti. Le operazioni interessano i cantieri e gli uffici di Savona, Pisa e Milano, e hanno portato al sequestro di documentazione aziendale. L'operazione nasce dalle denunce di alcuni clienti che sostengono di essere stati truffati. Le ipotesi per le quali si procede sono truffa, bancarotta, falso in bilancio, ricorso abusivo al credito mediante fatture per operazioni inesistenti e distrazione di somme dalla contabilità aziendale. Il provvedimento arriva nel pieno della crisi di MondoMarine: il 6 dicembre non è arrivato il concordato preventivo per scongiurare il fallimento ma il tribunale, preso atto dell'interesse di un soggetto (Palumbo Group Shipyard) all' affitto del ramo d'azienda, ha rinviato tutto al 19 dicembre. Da una settimana il cantiere è occupato dai lavoratori.

14:44Froome: Nibali, aspettiamo le conclusioni

(ANSA) - ROMA, 13 DIC - "Certo per il ciclismo non è un grande giorno, come non lo è per lui". Vincenzo Nibali commenta così all'Ansa la positività-choc di Chris Froome: il campione italiano, in questi giorni in allenamento in Croazia con il suo team Bahrain-Merida, dice però di aspettare a dare giudizi affrettati. "Sulla vicenda non entro nel merito - sottolinea il corridore siciliano - voglio aspettare correttamente le conclusioni".

Archivio Ultima ora