Scadono termini custodia, libero un condannato per omicidio

(ANSA) – GENOVA, 10 MAG – Sei anni in attesa della sentenza definitiva, Cassazione e Corte d’appello che si ‘rimpallano’ il procedimento e il condannato di omicidio volontario può tornare a casa per la fine del termine della carcerazione preventiva, nonostante in primo grado sia stato condannato a 26 anni e in appello all’ergastolo. Vincenzo Caccamo, 50 anni, era stato condannato per aver ucciso con un colpo di pistola il pusher Ahmed Jamil nel 2008 e aver buttato il corpo da un cavalcavia dell’autostrada A7.

Condividi: