F1 Spagna: la Ferrari torna sulla Terra e la Mercedes ancora su Marte

Pubblicato il 11 maggio 2015 da redazione

Formula One Grand Prix of Spain

ROMA. – La Ferrari di nuovo sulla Terra e la Mercedes ancora su Marte. E’ il verdetto del ritorno in Europa della Formula 1 dopo tre settimane di pausa ed un inizio stagione che aveva fatto sperare appassionati e soprattutto ferraristi che il Mondiale 2015 non sarebbe stato una specie di monomarca come quello visto nel 2014 con i soli Lewis Hamilton e Nico Rosberg a contendersi il titolo.

A Montmelò, dove la Rossa si era presentata con ali, diffusore e fondo nuovi, non c’e’ stato l’avvicinamento atteso alle Stelle d’Argento, ma, al contrario, un bel passo indietro con i 45 secondi di distacco accusati da Sebastian Vettel, terzo, sul vincitore del GP di Spagna Nico Rosberg. Tutte le novità portate dalla scuderia di Maranello nella quinta gara della stagione a 30 km da Barcellona non sono evidentemente bastate a ridurre il gap dalla Mercedes. E ora in casa Ferrari si guarda ai prossimi appuntamenti in attesa di nuovi sviluppi (tra il Gp del Canada e d’Inghilterra sono attesi un po’ più di cavalli per la power-unit) che potrebbero rilanciare le prospettive del Cavallino Rampante.

”I numeri – ha spiegato il team principal della Ferrari Maurizio Arrivabene – ci dicono che le nuove soluzioni funzionano, la realtà mostra che non funzionano abbastanza. Un passo avanti lo abbiamo fatto, ma avrebbe dovuto essere un salto. Non punto il dito contro nessuno in particolare, mi prendo le mie responsabilità. Dobbiamo lavorare di più”.

Sul fatto di dover spingere di più e meglio è pienamente d’accordo anche Kimi Raikkonen solo quinto al traguardo di Montmelò: ”quanto alla scelta di utilizzare parti del ‘vecchio’ pacchetto aerodinamico, penso che per tutti noi sia stato utile poter mettere a confronto in pista le due configurazioni; io ero preparato a correre il rischio. Forse sarebbe andata meglio con l’aerodinamica nuova, anzi probabilmente è così, ma almeno adesso lo sappiamo. Quindi – sottolinea il pilota finlandese – per le prossime gare, dobbiamo lavorare meglio e avere week-end senza problemi, neanche piccoli, per far sì che tutto funzioni. Sappiamo dove dobbiamo migliorare”.

D’accordo sul fatto che sia necessario ancora molto lavoro anche Sebastian Vettel, fiducioso del fatto che il gap con le Mercedes si possa ancora colmare: ”sappiamo di essere ancora lontani da loro, ma – assicura il pilota tedesco della Ferrari – stiamo lavorando duramente per colmare il distacco e penso che stiamo andando nella giusta direzione”.

Intanto da domani per la Formula 1 ci sarà la prima sessione di test stagionali a Montmelò. I team saranno in pista con titolari e riserve per provare le tante novità tecniche da impiegare nel resto della stagione. Assente la Manor, saranno diciotto i piloti ad alternarsi in pista nella due giorni di test sul circuito vicino a Barcellona. Solo la Ferrari e la Force India non schiereranno piloti titolari: per la scuderia di Maranello, spazio a Raffaele Marciello ed Esteban Gutierrez.

Ultima ora

14:07Ginnastica: Biles, da Olimpiadi Rio a cheerleader Nfl

(ANSA) - ROMA, 11 DIC - Vincitrice di 4 medaglie d'oro all'Olimpiade di Rio 2016, e di dieci titoli mondiali in carriera, la fuoriclasse statunitense della ginnastica artistica, Simone Biles, ieri ha vissuto una domenica decisamente diversa. Cresciuta a Houston e tifosa del team locale di football americano, i Texans che giocano nella Nfl, ieri ha incitato la squadra del cuore vestendo i panni della cheerleader. Poi, sui social, ha documentato l'esperienza, twittando prima del match la frase "non vedo l'ora che arrivi la mia prima partita...forza Texans!" e pubblicando anche una foto scattata insieme all'ex fuoriclasse del basket (2 titoli vinti con i Rockets) Hakeem Olajuwon, anche lui allo stadio per tifare Houston, che affrontava i San Francisco 49ers. n realtà la Biles non ha portato molta fortuna ai Texans, sconfitti per 26-16 e privati, nel corso dell'incontro, del quarterback titolare, Tom Savage, costretto a uscire dopo aver preso un colpo in testa.

14:05Cause di favore per amici, arrestato magistrato

(ANSA) - NAPOLI, 11 DIC - Il giudice Mario Pagano, già magistrato del Tribunale di Salerno, attualmente in servizio presso il Tribunale di Reggio Calabria, è agli arresti domiciliari al termine di indagini disposte e coordinate dalla Procura di Napoli. Secondo la Procura, Pagano "si sarebbe adoperato nel tempo per favorire imprenditori ai quali era legato da consolidati rapporti di amicizia, trattando cause riferibili a tali amici con esito favorevole per questi ultimi" e "ricevendo dagli imprenditori utilità varie".Pagano è uno dei sette destinatari delle ordinanze cautelari disposte dal Gip di Napoli: due ai domiciliari, quattro applicative del divieto di dimora ed una applicativa dell'obbligo di dimora. Ai domiciliari anche il funzionario giudiziario Nicola Domenico Montone. Divieto di dimora nei confronti degli imprenditori Luigi Celestre Angrisani, Riccardo De Falco, Giovanni Di Iura e Roberto Leone ed infine obbligo di dimora nel comune di residenza nei confronti del consulente fiscale Antonio Piluso.

14:05India: Rahul Gandhi presidente eletto partito del Congresso

(ANSA) - NEW DELHI, 11 DIC - Rahul Gandhi è diventato oggi a New Delhi il nuovo presidente eletto dello storico partito del Congresso indiano (Inc), attualmente all'opposizione. Lo ha annunciato il presidente della Commissione centrale elettorale di questa formazione politica, Mullappally Ramachandran. L'elezione del figlio di Sonia Gandhi, che ha 47 anni e non è sposato, è divenuta automatica perché alla scadenza odierna della presentazione delle candidature per l'incarico, nessun'altra personalità del partito si è fatta avanti. Si tratta del sesto membro della famiglia Nehru-Gandhi (solo lontanamente imparentata con il Mahatma) ad assumere l'importante carica. Gli altri cinque sono stati: Motilal Nehru, Jawaharlal Nehru, Indira Gandhi, Rajiv Gandhi e Sonia Gandhi. Quest'ultima è stata la più longeva, mantenendo la presidenza per 19 anni. La trasmissione del comando fra madre e figlio, si è infine appreso, avverrà il prossimo 16 dicembre.

14:04Cancellato volo Francoforte-Orio

(ANSA) - BERGAMO, 11 DIC - Duecento passeggeri sono rimasti bloccati a Francoforte dopo che ieri sera un volo Ryanair diretto a Orio al Serio è stato cancellato per le avverse condizioni meteo. Ora i passeggeri, tra cui molti italiani, non sanno quando riusciranno a tornare. Il servizio di assistenza di Ryanair infatti ha confermato che il volo successivo, quello in programma oggi alla stessa ora, è già al completo e forse si libereranno solo 10 posti. Alcuni passeggeri hanno contattato il numero dell'assistenza della compagnia lowcost, senza ottenere risposta.

14:03Champions: Juventus-Tottenham e Shakhtar-Roma

(ANSA) - NYON (SVIZZERA), 11 DIC - Il Tottenham è l'avversario della Juventus negli ottavi di finale di Champions League, la Roma se la dovrà vedere con lo Shakhtar Donetsk. I bianconeri giocheranno la partita d'andata in casa, i giallorossi in trasferta. Questo l'esito del sorteggio svoltosi a Nyon. Il quadro completo degli incontri: (andata 13-14 e 20-21 febbraio 2018, ritorno 6-7 e 13-14 marzo): Juventus-Tottenham; Basilea-Manchester City; Porto-Liverpool; Siviglia-Manchester United; Real Madrid-Paris Saint Germain; Shakhtar Donetsk-Roma; Chelsea-Barcellona;Bayern Monaco-Besiktas.

13:58Maltempo: Belgio, 1000km totali di code e voli deviati

(ANSA) - BRUXELLES, 11 DIC - Mille chilometri totali di code (se si sommano tutte le file del Paese), tunnel chiusi nella capitale, voli dirottati su altri aeroporti, molti treni interrotti e bus fermi: è la situazione del Belgio sotto la neve, dopo un giorno e mezzo di maltempo. "Situazione catastrofica" la definisce la tv belga, che riporta del traffico "saturo in entrambi i sensi" sull'anello che circonda Bruxelles. Inoltre, fuori dalla capitale, diversi incidenti con camion coinvolti hanno provocato interruzioni alla circolazione. Molte linee dei tram sono deviate, e l'aeroporto principale, Zaventem, ha deviato parte del traffico su Liegi in attesa di pulire la pista.

13:56Gerusalemme: Netanyahu, mi aspetto europei seguano Usa

(ANSA) - BRUXELLES, 11 DIC - "Anche se ancora non abbiamo un accordo, questo è quello che credo accadrà in futuro: la maggior parte dei Paesi europei sposteranno le loro ambasciate a Gerusalemme, riconoscendola come capitale di Israele, e si impegneranno con forza, con noi, per sicurezza, pace e prosperità". Così il premier israeliano Benjamin Netanyahu, a Bruxelles, per partecipare ad una colazione informale con i ministri degli esteri Ue.

Archivio Ultima ora