Papa:fame e natura,Dio giudica i potenti

(ANSA) – ROMA, 12 MAG – “Fare quello che possiamo perché tutti abbiano da mangiare, ma anche ricordare ai potenti della terra che Dio li chiamerà a giudizio un giorno, e si manifesterà se davvero hanno cercato di provvedere il cibo per Lui in ogni persona e se hanno operato perché l’ambiente non sia distrutto, ma possa produrre questo cibo”. Così il Papa aprendo l’assemblea Caritas: “Tanta gente aspetta di mangiare a sufficienza. Il pianeta ha cibo per tutti, ma sembra che manchi la volontà di condividere con tutti”.

Condividi: