Bimba bruciata viva: Comune Andria pagherà loculo

(ANSA) – ANDRIA, 12 MAG – Il Comune di Andria “si farà carico delle spese necessarie” per acquistare un loculo in cui depositare i resti della piccola Graziella Mansi, la bimba di otto anni violentata e bruciata viva il 19 agosto 2000 in un bosco nei pressi di Castel del Monte. Lo afferma il sindaco, Nicola Giorgino, che spiega di aver “incontrato personalmente e rassicurato i genitori della piccola Graziella”. La famiglia temeva che i resti, che saranno presto estumulati, potessero finire in un ossario comune.

Condividi: