Ragazzo morto in gita:occhiali in camera, non se ne separava

(ANSA) – MILANO, 13 MAG – Non si separava mai dai suoi occhiali per via della miopia eppure al momento della morte erano nella stanza. È uno degli elementi nell’indagine su Domenico Maurantonio, lo studente precipitato dal quinto piano dell’albergo in cui alloggiava con la sua classe in attesa di visitare Expo. L’ipotesi è che qualcuno possa averlo trattenuto per un braccio poco prima della morte. Intanto si fa strada la pista dello scherzo finito male: a Domenico potrebbe essere stato somministrato del lassativo.

Condividi: