Saipem: tangenti Algeria, Scaroni si farà interrogare

(ANSA) – MILANO, 13 MAG – Paolo Scaroni, l’ex numero uno di Eni, tra gli imputati a Milano per la presunta maxi tangente da circa 198 milioni di dollari che sarebbe stata versata da Saipem all’allora ministro dell’energia algerino e al suo entourage per ottenere 7 grandi appalti petroliferi in Algeria, sarà sentito il 12 giugno, giorno in cui è stata aggiornata l’udienza preliminare. L’interrogatorio di Scaroni è stato annunciato dalla difesa e si terrà dopo la discussione dei pm.

Condividi: