Giro d’Italia: Greipel vince e Contador cade, ora corsa a rischio

Pubblicato il 14 maggio 2015 da redazione

98th Giro d'Italia: 6th stage; Montecatini Terme-Castiglione

CASTIGLIONE DELLA PESCAIA (GROSSETO). – Il termine ritiro, come un presagio funesto, è il più ricorrente nell’edizione 2015 del suo personale vocabolario: fece capire di volersi ‘ritirare’ nel 2016 dall’attività agonistica; poi decise di trascorrere un ‘ritiro’ pre-stagionale “di buon auspicio” sull’Etna, dove aveva trionfato nel 2011, vale a dire nel Giro d’Italia negatogli dal Tas; adesso rischia il ‘ritiro’ anche dal 98/o Giro d’Italia di ciclismo, di cui è leader da ieri, con 2″ di vantaggio su Fabio Aru.

Sono ore febbrili per Alberto Contador che ieri, 300 metri prima della linea dell’arrivo, a Castiglione della Pescaia, ha tastato la durezza dell’asfalto, poi si è rialzato e ha tagliato il traguardo. Tutto ok? Neanche per idea. Lo spagnolo, per onor di firma, ha raggiunto anche il podio, ma si è visto subito che aveva un braccio (il sinistro) immobilizzato, tanto da non poter nemmeno alzarlo per salutare il pubblico e indossare la seconda maglia rosa di fila. Un Beckenbauer della semifinale dell’Azteca post-litteram, senza bende evidenti, ma con chissà quale dolore (anche nel cuore) addosso.

Il tedescone Andrè Greipel volava davanti a tutti sul traguardo, ma alle sue spalle si sfiorava il dramma, sportivo e non. Il povero Daniele Colli veniva catapultato per aria e non riusciva a rialzarsi quindi, cosciente e pure in grado di parlare, veniva adagiato su una barella e trasportato in ospedale. A provocare la caduta un tifoso che, con l’obiettivo della propria reflex, creava un ostacolo fatale agli uomini impegnati nello sprint condotto ad altissima velocità. Un gesto ingiustificabile e imperdonabile che poteva produrre effetti ancora più drammatici.

Di Contador sicuramente si saprà domani, quando la gara ripartirà, o comunque dopo gli esami radiografici ai quali verrà sottoposto il principale indiziato alla vittoria finale del Giro d’Italia 2015. Una tegola per gli organizzatori e per la corsa rosa in sè, che rischia di perdere l’hombre principal, lo spagnolo che ieri con Aru ha dato spettacolo sulla salita dell’Abetone, conquistando la maglia rosa e che, nella cronometro di Valdobbiadene, promette fuochi d’artificio.

Potrebbe trattarsi di una sublussazione alla spalla e dunque, se non c’è nulla di rotto, lo sfortunato padrone parziale del Giro risalire in sella per pedalare alla volta di Fiuggi, dove si concluderà la tappa più lunga del 2015. Certo, non è fortunato il ‘Pistolero’ Contador che già al Tour dell’anno scorso, durante la 10/a tappa, aveva subito – in un’altra caduta – la frattura della tibia, lasciando la via verso Parigi ulteriormente sgombra allo ‘Squalo’ Nibali, dopo la débacle dell’altro rivale Chris Froome.

La tappa di ieri è stata caratterizzata da una fuga dai contorni ‘vintage’, con il romeno Eduard Michael Grosu (Nippo-Vini Fantini) e il polacco Marek Rutkiewicz (Ccc Sprandi Polkowice) partiti addirittura al chilometro 0, poi agganciati dopo una quindicina di km da Marco Bandiera (Androni giocattoli-Sidermec), Alessandro Malaguti (Nippo-Vini Fantini) e Alan Marangoni (Team Cannondale-Garmin). I cinque riassorbiti dal gruppo ai -13,5 km dall’arrivo: non compariranno in nessun albo d’oro, ma il loro resta un tentativo da applausi.

(dell’inviato Adolfo Fantaccini/ANSA)

Ultima ora

08:55Casa Bianca, Trump ha parlato al telefono con Putin

(ANSA) - NEW YORK, 14 DIC - Il presidente americano Donald Trump ha parlato al telefono nelle ultime ore col presidente russo Vladimir Putin. Lo rende noto la Casa Bianca, che per il momento non informa sui contenuti del colloquio telefonico.

00:48Calcio: 4-1 al Cittadella, Lazio nei quarti di Coppa Italia

(ANSA) - ROMA, 14 DIC - La Lazio ha battuto il Cittadella 4-1 negli ottavi di Coppa Italia. Nei quarti i biancocelesti affronteranno la Fiorentina, il 26 dicembre alla stadio Olimpico. Incontro indirizzato a favore dei padroni di casa già nel primo tempo grazie alle reti di Immobile (11'), Felipe Anderson (24', con il brasiliano a segno dopo 221 giorni) e l'autorete di Camigliano (36'). Il Cittadella però non si è rassegnato ed al 41' ha accorciato le distanze con una gran punizione da 25 metri di Bartolomei. Nella ripresa, piuttosto povera di emozioni, ha chiuso i conti ancora Immobile, al 42', superando Paleari con un preciso pallonetto.

23:45Raiola, Mirabelli usa Donnarumma per attaccare me

(ANSA) - MILANO, 14 DIC - "Mirabelli ha un problema personale contro di me e usa Donnarumma per attaccarmi. Gli fanno comodo queste polemiche perché tolgono l'attenzione dal vero problema del Milan: il suo progetto tecnico". Così Mino Raiola in una nota a Gazzetta.it, ricordando che il portiere aveva "offerte che nessuno avrebbe mai rifiutato. Ma Gigio e la sua famiglia hanno fatto una scelta col cuore. E l'ho rispettata. Oggi mi interessa solo che Gigio venga lasciato tranquillo, solo così potrà fare il suo meglio. Dovrebbe essere anche la priorità del ds del Milan".

22:51Donnarumma, mai detto di aver subito violenza morale

(ANSA) - MILANO, 14 DIC - "Non ho mai detto né scritto di aver subito violenza morale quando ho firmato il contratto". E' quanto afferma Gianluigi Donnarumma su Instagram, all'indomani della contestazione subita dai tifosi del Milan a San Siro. "E' stata una brutta serata e non me l'aspettavo! Nonostante tutto guardo avanti e testa alla prossima partita... forza Milan!", ha scritto a corredo di una foto che lo ritrae in mezzo al campo mentre saluta il pubblico, con Rino Gattuso che gli batte una mano sul petto.

22:20Calcio: Bonucci, vincere al Milan è pass per la storia

(ANSA) - MILANO, 14 DIC - "Vincere al Milan ti consegna un pass per la storia. Vi auguro di riuscirci, io sono alle prima armi con questa maglia". Così Leonardo Bonucci si è rivolto ai ragazzi del settore giovanile del Milan durante la festa di Natale: "Perché ho lasciato la Juventus? Sono successe alcune cose che hanno portato sia la società che il sottoscritto a questa decisione. Poi è arrivato il Milan, un'occasione che ho colto al volo. Anche grazie al lavoro di Fassone e Mirabelli. Con la Juventus abbiamo scelto di separarci, nella vita capitano delle discussioni".

22:10Terremoto: procura Macerata apre inchiesta su Sae

(ANSA) - MACERATA, 14 DIC - Il procuratore della Repubblica di Macerata Giovanni Giorgio ha aperto un fascicolo di indagine sui cantieri delle casette del terremoto, e le presunte irregolarità nella gestione della manodopera, denunciate dalla Cgil e dalla Fillea provinciali. Lo reso noto lo stesso Giorgio, sottolineando che "la tutela dei diritti dei lavoratori, rispetto ad ogni forma di sfruttamento e di sopruso costituisce una delle essenziali finalità del mio Ufficio". I cantieri sono appaltati al Consorzio Arcale, che ha vinto una gara bandita dalla Protezione civile nazionale. Il sindacato ha segnalato la presenza di molti lavoratori romeni, in particolare a Ussita, che verrebbero impiegati senza godere delle norme contrattuali italiane, e addirittura rimpatriati in caso di infortunio. Oggi la Cgil maceratese è stata contattata da funzionari del Governo romeno che sta conducendo un monitoraggio in varie regioni italiane proprio sul fenomeno del 'caporalato' e sullo sfruttamento di propri connazionali.

21:55Hayden morto in bici, chiesto rinvio giudizio automobilista

(ANSA) - RIMINI, 14 DIC - Il sostituto procuratore Paolo Gengarelli ha depositato la richiesta di rinvio a giudizio per omicidio stradale a carico dell'automobilista coinvolto nell'incidente a Misano Adriatico che costò la vita, nel maggio scorso, all'ex campione statunitense di motoGp Nicky Hayden, in quel momento in sella a una bici. Il pilota, poi anche di Superbike, morì il 22 maggio a 36 anni all'Ospedale Bufalini di Cesena, cinque giorni dopo essere stato investito da una Peugeot 206. La Procura della Repubblica di Rimini contesta l'omicidio stradale al conducente dell'auto, un trentenne di Morciano di Romagna, perché - come da consulenza del pubblico ministero - "in concorso di cause indipendenti con la condotta colposa del ciclista ne cagionava la morte per colpa consistita in negligenza ed imprudenza". (ANSA).

Archivio Ultima ora