Morto in gita: investigatori, alcol in stomaco e intestino

(ANSA) – MILANO, 15 MAG – Non è ancora possibile affermare che a Domenico Maurantonio – lo studente padovano di 19 anni precipitato in un albergo di Milano – sia stata somministrata una sostanza lassativa. La polizia non lo esclude, ma in certi casi anche una forte assunzione di alcol potrebbe provocare gli stessi effetti intestinali accertati sul luogo della morte. O aver acuito l’effetto di una sostanza messa di nascosto. La presenza di residui alcolici in stomaco e intestino, sarebbe stata confermata dall’autopsia.

Condividi: