Papa: congedarsi dalla vita è arte, lo canta anche l’alpino

(ANSA) – CITTA’ DEL VATICANO, 19 MAG – Affrontiamo quotidianamente dei piccoli “congedi”, ma dobbiamo imparare a affrontare il congedo definitivo, la morte, pensandoci, e imparando a affidarci a Dio, che è poi il significato di “addio”. Nella riflessione sul congedo, ricorda il Papa, ci aiuta l’arte, ci aiutano anche le canzoni, e Bergoglio cita in particolare una canzone-testamento degli alpini. Questa la riflessione principale nella omelia della messa a Santa Marta.

Condividi: