L’italiano Vincenzo Nacci, coach della vinotinto dal 2014: “Giocheremo con la testa e con il cuore”

Vincenzo Nacci y Harry Gómez

CARACAS – “Dobbiamo scendere sul parquet con la testa e con il cuore” ha spiegato Vincenzo Nacci, coach italiano della Vinotinto durante uno degli allenamenti della nazionale venezuelana di pallavolo in vista del ‘Campeonato Suramericano’, che inizierà oggi a Calí, in Colombia e terminerà il 23 maggio. I ‘creoli’ cercheranno di ottenere uno dei due pass per il mondiale che si disputerà in Giappone nel mese di settembre.

L’italiano Vincenzo Nacci, coach della vinotinto dal 2014, ha espresso che questa nazionale ha tanto talento ed un futuro roseo. Tutto questo grazie all’ottima performance del Venezuela durante l’ultimo mondiale disputatosi in Polonia l’anno scorso. In quella kermesse iridata, la vinotinto, ha portato a casa una vittoria e quattro ko.

“Questo é un gruppo di ragazzi molto giovani. Ha disputato un buon mondiale basta pensare che abbiamo lottato fino all’ultima giornata per guadagnarci un posto nella seconda fase. La sconfitta dell’ultima giornata contro l’Australia, una squadra che tra l’altro ha esperienza nella World League, é arrivata soltanto dopo il 5 set. Questo gruppo sicuramente fará bene nel futuro. Uno dei problemi per quel mondiale é stato sicuramente il fatto che non abbiamo potuto disputare tante amichevoli, sopratutto con nazionali del livello come quelle che abbiamo incontrato al mondiale”.

Per il Sudamericano, Nacci ha convocato: Héctor Mata, Oscar García, José Carrasco, Carlos Páez, Emerson Rodríguez, Iván Márquez, Jonathan Quijada, Jesus Chourio, Jhoser Contreras, Wilner Rivas, Máximo Montoya, Hector Salerno, Kervin Piñerua e Fernando Gonzáles.

Nel torneo sudamericano, il Venezuela affronterà nell’ordine: Cile, Argentina e Colombia.

“Anche se abbiamo iniziato la preparazione un po’ in ritardo cercheremo di fare un’ottima performance dove affronteremo l’Argentina che è un’ottima nazionale ed ha la stessa rosa che abbiamo affrontato al mondiale. La Colombia, avrà in rosa Agames che é ritornato in nazionale ed ha anche cambiato coach, adesso ha un tecnico cubano che sta svolgendo un ottimo lavoro. Mentre del Cile, non abbiamo molte notizie dato che non ci sono molti video. Il nostro obiettivo é portare a casa uno dei due pass valevoli per il mondiale” ha spiegato il tecnico pugliese della vinotinto .

La competizione che si disputerà a Cali servirá non solo come fase di qualificazione per il mondiale, ma anche come preparazione in vista della World League.

“Nella World League affronteremo squadre blasonate e l’esperienza ci servirá per crescere a livello professionale” spiega il coach italiano.

La Vinotinto del volley ottiene questo privilegio di partecipare alla World League anche grazie alle ottime performance dimostrate nelle ultime competizioni a cui ha partecipato sotto la guida tecnica dell’italiano Vincenzo Nacci. Per il Venezuela si tratta di un ritorno nella World League dopo 4 anni di assenza: nell’ultima presenza era stato inserito nel gruppo D insieme al Brasile, Finlandia e Polonia. Allora i ‘creoli’ ottennero un magro bottino di una vittoria ed undici sconfitte.
Nell’edizione 2015 della World League la vinotinto di Nacci sfiderà la Spagna, l’Egitto ed il Kazajistan. Il girone 3 (quello del Venezuela), alzerà il sipario il prossimo 12 giugno.

“Durante il tour europeo cercheremo di organizzare diverse amichevoli, spero qualcuna con l’Italia. Queste gare ci serviranno anche per crescere in vista del preolimpico, dove la prima fase di questo torneo si disputerà a Caracas” ha concluso Nacci.

(Fioravante De Simone/Voce)

Condividi: