Calcio venezuelano: Il team italo-venezuelano Shantonella firma un’alleanza con il Celtic

celtic academy

CARACAS – “Mi innamorai del calcio come mi sarei innamorato delle donne: improvvisamente, inesplicabilmente, acriticamente, senza pensare al dolore o allo sconvolgimento che avrebbe portato con sé”, scriveva Nick Hornby in “Febbre a 90°”, il libro autobiografico uscito nel 1992 in cui raccontava il suo rapporto con il calcio.

Oggi è un popolo intero che si sta innamorando dello sport più seguito al mondo, che in Venezuela aveva sempre faticato a decollare, surclassato dal baseball e dal basket.
Secondo leggende metropolitane ormai acquisite come storia, la prima partita di calcio in Venezuela si giocò il 16 luglio del 1876. Ad organizzarla fu il maestro gallese A. W. Simpson, impiegato in una compagnia di ricerche aurifere, e si disputò il giorno della Vergine del Carmen a El Caratal, nelle vicinze del paesetto di El Callao; in campo britannici, corsi e trinitari.

Invece la nazionale venezuelana gioca la prima partita il 12 febbraio del 1938 a Panama, dove rimedia la prima sconfitta per 3-1. Negli anni tante sono state le sconfitte, ma negli ultimi tempi s’è notata un’inversione di rotta: alcune vittorie esaltanti anche contro gli squadroni sudamericani hanno galvanizzato giocatori e pubblico.

Grazie a questa ascesa del calcio ‘criollo’ i principali club europei hanno iniziato a dirottare i propri sguardi sul Venezuela. Pochi giorni fa il team italo-venezuelano Shantonella ha siglato un accordo con gli scozzesi del Celtic, questa alleanza permetterà di organizzare dei campus in Venezuela e Scozia dove giocatori ed allenatori possano andare a farsi le ossa nel mondo del calcio.

Douglas Madera Buscarini, presidente fondatore del Shantonella FC, ha affermato “É un onore essere nel Programma di alleanze internazionali del Celtic. Essere il primo club del Sudamerica che entra in questo ristretto gruppo é un privilegio e questo vuol dire che stiamo facendo bene il nostro lavoro”.
Dal canto suo, il manager della Celtic Soccer Accademy, Willie McNab ha dichiarato “Siamo felici di avere il Shantonella nel nostro Programma di alleanze internazionali, questo ci aiuta a mettere in risalto il nostro impegno di costruire nuove relazioni internazionali”. Shantonella é un club ambizioso e innovatore, speriamo che sia una lunga e prospera alleanza”.

In Venezuela fra i ragazzi di età compresa fra i 12 e i 24 anni, il calcio è il secondo sport più popolare. Stiamo parlando di un cambiamento generazionale. Una generazione di ragazzi è cresciuta con la Vinotinto vincente, ora abbiamo bisogno di un altro ciclo: una sola generazione. Il calcio, insomma, fra una generazione sarà pronto a conquistare il mondo della palla a chiazze.

(Fioravante De Simone/Voce)