Calcioscommesse: capitano Pro Patria si oppose a combine

(ANSA) – MILANO, 20 MAG – Negli spogliatoi della Pro Patria ci fu anche chi alle combine oppose un netto rifiuto e mosse “un atto d’accusa” nei confronti dei compagni di squadra: era il capitano Matteo Serafini oggetto di una conversazione intercettata tra Mauro Ulizio, gestore di fatto della squadra e il ds della Pro Patria, Fabio Tricarico. Tricarico rispose a Serafini di “sfidare a duello” i colleghi che stava accusando.

Condividi: