Inchiesta su compravendita voti elettorali

(ANSA) – BARI, 21 MAG – La Procura ha aperto un’indagine sull’esistenza di un presunto tariffario per remunerare rappresentanti di lista e procacciatori di preferenze per le prossime elezioni regionali. Agenti della Digos hanno oggi depositato presso l’ufficio del procuratore aggiunto, Lino Giorgio Bruno, il video di un servizio di Telenorba andato in onda nel telegiornale di ieri sulle modalità di reclutamento dei rappresentanti di lista, pagati dai 30 ai 50 euro in base al numero di voti assicurato.

Condividi: