Casa: dopo sette anni riparte il mercato

Pubblicato il 21 maggio 2015 da redazione

Cartello per la vendita di un appartamento a Pontedera in una foto d'archivio

ROMA. – Anche il settore immobiliare comincia a dare piccoli segnali di ripresa: dopo sette anni di cali continui nel 2014 è infatti tornato il segno più nelle compravendite delle abitazioni, che sono aumentate del 3,5% arrivando a quota 421 mila. Un numero che è ancora anni luce dai numeri pre-crisi, quando sfioravano le 900 mila, ma è anche più basso dei valori di fino anni ’80. Risultati decisamente incoraggianti arrivano però dai grandi centri che, con l’eccezione di Napoli ancora in calo, registrano crescite di oltre il 5%.

L’inversione di tendenza è certificata dal rapporto realizzato da Agenzia delle Entrate e Abi che però avvertono che sulla crescita incidono gli effetti fiscali della modifica dell’imposta di registro, varata a inizio 2014, che ha portato a fare rogiti nei primi mesi dell’anno, con acquisti di fatto realizzati nel 2013. Senza questo effetto la crescita sarebbe infatti solo dello 0,7%.

Per questo motivo la ricerca invita alla cautela ma indica che “le tendenze sono orientate alla crescita” anche se “probabilmente sulla sua intensità si deve moderare l’ottimismo”. A spingere gli acquisti sono stati i bassi tassi di interesse, la ripresa della fiducia delle famiglie e il calo dei prezzi del mattone che dal 2011 ha perso in media il 12% del valore.

La crisi del real estate sembra già alle spalle se si guarda solo alle grandi città, con Bologna che guida la classifica con un incremento degli scambi del 18,5% seguita da Genova + 15%, Roma +13,9% e Firenze +13,3%. Risultati positivi anche a Torino +5,4%, Milano +5% e Palermo +4% mentre a Napoli sono scesi ancora del 3,7%.

A invogliare le famiglie sono stati in particolare la discesa dei prezzi e quella dei tassi di interesse che hanno reso più accessibili i mutui. Le quotazioni della case, rispetto ai picchi del 2008, sono scese del 12,8% arrivando a 146.600 euro di media, in un processo di riallineamento che non è ancora concluso come dimostra il calo del 3,5% del 2014.

L’effetto dei tassi bassi si vede chiaramente invece nella crescita del 12,7% degli acquisti con il prestito ipotecario e dalla sensibile diminuzione della rata media che a fine 2014 è arrivata a 631 euro, 50 euro più leggera rispetto al 2013. Una congiuntura positiva che a marzo 2015 ha fatto toccare il record storico del 10,3% all’indice Abi che sintetizza la possibilità per le famiglie di comprare casa indebitandosi.

A ribadire che la tendenza ribassita è ancora in corso arriva anche un altro studio, realizzato da Tecnocasa e Confesercenti, che registra un calo delle quotazioni addirittura del 7,2% nel 2014 e prevede che anche quest’anno i valori scenderanno del 4,2%. Cali più moderati invece per i canoni degli affitti che nella secondo parte dell’anno hanno registrato una flessione dell’1,7% per i trilocali e dell’1,5% per i bilocali. Lo studio si sofferma anche sulle tipologie di case più ricercate, sottolineando che nelle grandi città oltre un acquirente su tre nelle cerca un trilocale.

(di Simone Bagnacani/ANSA)

Ultima ora

09:16Catalogna:morto procuratore capo Madrid,accusò secessionisti

(ANSA) - ROMA, 19 NOV - E' morto sabato in Argentina, dove aveva accusato un malore, il procuratore capo dello stato spagnolo Josè Manuel Maza, che aveva guidato l'accusa contro i leader secessionisti catalani. Lo riferisce El Pais. Maza, 66 anni, si era sentito male - soffriva di diabete - durante una riunione delle procure ibero-americane a Buenos Aires ed i medici gli avevano consigliato il ricovero. Il premier spagnolo Mariano Rajoy ha espresso le condoglianze del governo alla famiglia, agli amici ed ai suoi colleghi. Maza aveva chiesto tra l'altro l'incriminazione per sedizione dei leader delle istituzioni catalane, a partire da Carles Puigdemont, dopo la proclamazione dell'indipendenza.

08:43Usa: Casa Bianca, telefonata Trump-Macron su Libano e Siria

(ANSA) - WASHINGTON, 19 NOV - Donald Trump ha parlato sabato con il presidente francese Emmanuel Macron della situazione in Libano e in Siria. Entrambi i presidenti, riferisce la Casa Bianca, "hanno concordato sulla necessità di lavorare con gli alleati per contrastare le attività destabilizzanti di Hezbollah e dell'Iran nella regione".

08:38Argentina:registrati tentativi chiamate da sottomarino

(ANSA) - ROMA, 19 NOV - Sette tentativi di chiamate satellitari provenienti dal sottomarino argentino disperso nell'Atlantico sono state registrate tra le 10:00 e le 15:00 di sabato. Lo rendono noto i media locali citando il ministero della Difesa argentino. Al momento si sta lavorando per cercare di utilizzare i segnali per determinare la posizione del sottomarino disperso al largo della Patagonia.

01:30Azzurri:Bonucci,Ventura unico colpevole è brutto e riduttivo

(ANSA) - ROMA, 18 NOV - ''Trovare un unico colpevole nel Ct Ventura è brutto e riduttivo, l'eliminazione arriva non per il Ct in panchina ma perché abbiamo tralasciato i segnali che arrivavano''. Dopo il match con il Napoli, il difensore del Milan e della Nazionale italiana torna sulla mancata qualificazione dell'Italia ai Mondiali. ''Gli altri - afferma Bonucci a Sky - crescono e noi ci affidiamo alla buona sorte. Ancelotti prossimo CT? Per lui parla la carriera, è un grandissimo allenatore, è un vincente ma ci sono altre cose che bisogna decidere prima del commissario tecnico"

01:16Azzurri:Sarri’nessuno ha difeso Ventura e non mi è piaciuto’

(ANSA) - ROMA, 18 NOV - ''Nessuno ha preso le difese di Ventura. Qualcuno avrebbe dovuto farlo. Non ho sentito le parole dell'associazione allenatori e questo mi ha fatto male''. Il tecnico del Napoli Maurizio Sarri prende le difese dell'ex ct della nazionale Giampiero Ventura assediato dai media dopo la mancata qualificazione ai Mondiali. ''Nessuno l'ha difeso e non mi è piaciuta la gogna mediatica a cui è stato sottoposto''. ''Io ct? Più facile - aggiunge Sarri - che io faccia il politico''.

00:41Calcio: Liga, finisce a reti inviolate il derby di Madrid

(ANSA) - ROMA, 18 NOV - Finisce a reti inviolate il derby di Madrid. Nella 12/a giornata della Liga, l'Atletico, prossimo avversario della Roma in Champions League, non va oltre lo 0-0 in casa contro il Real di Cristiano Ronaldo. Ne approfitta il Barcellona che allunga sempre di più in classifica dopo la larga vittoria 3-0 sul campo del Leganes. Ora i blaugrana hanno 7 punti di vantaggio sul Valencia impegnato domani contro l'Espanyol e 10 sulle due squadre di Madrid.

00:40Calcio:Insigne’dispiace molto per Mondiale,ma no polemiche’

(ANSA) - ROMA, 18 NOV - "E' stata una grande vittoria contro una grande come il Milan. Noi ci abbiamo messo grinta e cuore, poi i tifosi ci sono sempre vicino e noi li ringraziamo sempre e cercheremo di non deluderli''. A Premium Sport l'attaccante del Napoli Lorenzo Insigne torna sulla mancata qualificazione al Mondiale: Scudetto possibile? ''Sappiamo che possiamo fare grandi cose quest'anno, stiamo dando il massimo e speriamo che basterà. Il Napoli per dimenticare la panchina in Nazionale? A me è dispiaciuto di più non andare al Mondiale rispetto a non aver giocato. Non voglio fare polemica, ho accettato le scelte del mister. Per il CT quegli erano gli uomini giusti ma io sono stato orgoglioso di far parte di quel gruppo. Dispiace molto, ma ora devo pensare al Napoli".

Archivio Ultima ora