Pensioni: donne penalizzate, assegni del 30% inferiori

lavoro-donna

ROMA. – Donne penalizzate nel mondo del lavoro e, quindi, anche nel trattamento pensionistico. In media i loro assegni sono del 30% inferiori a quelli degli uomini, con una media di oltre 1.500 euro al mese per gli ex lavoratori e di poco più di 1.000 euro per le ex lavoratrici. Secondo i dati forniti dal Cnel nel corso di un’audizione in Commissione Lavoro della Camera, la situazione delle donne nel welfare italiano è di sostanziale svantaggio.

Nel mondo del lavoro la disoccupazione è per le donne più alta rispetto agli uomini, e – nonostante la maggiore tenuta dell’occupazione femminile negli anni della crisi – la quota di donne occupate in Italia rimane sempre molto inferiore alla media Ue.

L’insieme dei servizi alla famiglia (cura della prole, assistenza agli anziani, ecc.) continua inoltre ad essere erogato essenzialmente da donne, sottraendole al circuito lavoro-produzione di reddito-fruizione di trattamento pensionistico. L’effetto è che nella gestione privata la classe di pensioni di importo minimo (fino a 499 euro) riguarda il 34% degli uomini e ben il 57% delle donne, mentre la classe di importo massimo (3.000 euro e oltre) riguarda il 3,4% degli uomini e lo 0,2% delle donne.

Nel settore pubblico il divario di genere si riduce quasi a zero per la classe di importo minima (3,2% degli uomini contro il 3% delle donne) ma si ripresenta per la classe di importo massimo (14% degli uomini contro il 2,3% delle donne).

Il dato di sintesi per l’anno 2013 calcolato per la previdenza obbligatoria mostra che il 54% dei pensionati (cioè di beneficiari di almeno una pensione INPS) sono donne e il 46% uomini. Ma il reddito pensionistico complessivo annuo (ossia il totale degli importi da pensione percepiti nell’anno, anche se erogati da diversi enti) è andato per il 55% dei casi a uomini e per il 45% a donne; l’importo medio mensile è di 1.547 euro per gli uomini (calcolati su 7.306.408 pensionati) e 1.081 euro per le donne (calcolati su 8.451.218 pensionate).

Per le sole pensioni di vecchiaia, l’importo medio mensile del reddito pensionistico di pensionati INPS (erogato a 5.373.567 uomini) è pari a 1.695 euro, e pari a 1.049 euro (erogato a 3.302.555 donne) nel 2013.

Condividi: