Mafia: servizi, due magistrati siciliani ‘a rischio’

(ANSA) – PALERMO, 22 MAG – La mafia avrebbe progettato l’uccisione di due magistrati siciliani in prima linea. Lo rivelerebbe una nota dei servizi di sicurezza che da tempo hanno rafforzato la protezione per Silvana Saguto e Renato Di Natale. Silvana Saguto presiede la sezione misure di prevenzione del tribunale di Palermo che ha deciso le più importanti confische di beni mafiosi. Di Natale, procuratore di Agrigento, sarebbe finito nel mirino per avere coordinato le inchieste contro il clan Emmanuello di Gela.

Condividi: