Judo: il Centro Italiano-Venezuelano di Caracas stravince la Coppa Dojo

foto gruppo

CARACAS – Lo scorso weekend si é svolta nel Salón Italia del Centro Italiano Venezolano di Caracas la Copa Dojo Civ di Judo. Alla gara hanno partecipato i bambini della categoria ‘Preinfantil’ (dai 4 agli 8 anni), la maggior parte di loro erano cintura bianca, gialla e novelli. Alla manifestazione organizzata dal club di Prados del Este hanno partecipato atleti proveniente dal ‘Centro Educación Activa Teresa Carreño’.

La manifestazione é stata organizata dal sensei Leonardo Violano congiuntamente con la commissione di Judo del Civ (Ines Tralci, Daniela Crespo e Carolina Urbano) e con la collaborazione dei ‘judokas’ delle categorie Juvenil ed Adulti, quest’ultimi hanno svolto il ruolo di arbitri nel tavolo tecnico.

Nel judo un singolo combattimento può durare vari minuti. In allenamento ci si prepara al meglio con forme ludiche che stimolano nel contempo anche tecnica e tattica. Tutte queste cose sono state esibite durante il riscaldamento svolto dal judoka Claudio Giacomazzi (3º Kyu Verde) dove il pubblico si é dilettato con l’esibizione di Ukemis (cadute), tecniche e combattimenti. In questa esibizione era presente la judoka Patricia González (3º Kyu Verde), l’atleta targata Civ é campionessa dello stato Miranda.

Infine é iniziata la gara, dove i piccoli campioni del Centro Italiano Venezolano hanno dimostrato i loro progressi sul tatami. La scuola di Judo del Civ ha dominato in quasi tutti combattimenti dov’era impegnata, questa performance gli é valsa il primo posto nella classifica generale.

La judoka Mariana De Vita ha ricevuto il premio come miglior atleta nella categoría femminile, mentre Alessandro Russo ha ricevuto il riconoscimento in quella maschile. Francesco Canella si é appeso al collo la medaglia allo spirito sportivo. Luis Daniel De Vita ha vinto il premio alla migliore esibizione tecnica grazie al suo Tomoe Nage (L’etimologia esatta della parola è “vortice”, ma durante lo studio della tecnica, per la comprensione della stessa, il nome viene tradotto con “proiezione circolare” o “proiezione all’addome”).

Gli atleti che hanno vinto i riconoscimenti sono tutti targati Centro Italano Venezolano. Questo torneo é servito come preparazione per i prossimi ‘Juegos Estadales e Nacionales’ dove sarà impegnato il club di Prados del Este.

(Fioravante De Simone/Voce)