Video malato Sla al Papa, una legge sul fine vita

(ANSA) – SENIGALLIA (ANCONA), 23 MAG – ”Da mesi non riesco più a parlare, muovermi, respirare e mangiare. Sono imprigionato nel mio copro, completamente immobile, e riesco a comunicare grazie ad un computer a controllo oculare”. Max Fanelli, 54 anni, ex consulente, è un malato di Sla: in un video-appello si rivolge a Papa Francesco sollecitando un suo intervento a favore di una legge sul fine vita che elimini le ”torture” da accanimento terapeutico cui ”troppi malati sono sottoposti”.

Condividi: