Calcio: scandalo Fifa, ministro difende Mondiali 2018

(ANSA) – MOSCA, 27 MAG – Il ciclone giudiziario che ha investito i vertici della Fifa non è legato con l’assegnazione alla Russia dell’organizzazione dei Mondiali 2018. Lo sostiene il ministro dello Sport russo, Vitali Mutko, citato dall’agenzia Tass. “Se vediamo chi sono le persone arrestate – ha detto Mutko -, molte di loro non avevano niente a che fare con l’esame delle richieste per ospitare i Mondiali” e “non erano membri del comitato esecutivo della Fifa”.

Condividi: