Morto in gita:preside,i compagni non sono farabutti omertosi

(ANSA) – PADOVA, 27 MAG – “Voglio ribadire la mia vicinanza alla famiglia di Domenico. Dopo la sua, l’altra sua famiglia era la scuola. Per questo c’è una profonda condivisione del loro dolore”. Lo ha detto Maria Grazia Rubini, il dirigente scolastico del liceo Nievo, la scuola di Domenico Maurantonio, morto dopo una caduta da una finestra di un albergo a Milano. “I ragazzi sono distrutti e affranti – ha aggiunto – hanno perso un loro compagno e amico. Non sono i farabutti omertosi che qualcuno vuole dipingere”.

Condividi: