Mafia: Cc sequestrano 26 mln beni a imprenditore Massimino

(ANSA) – CATANIA, 28 MAG – Sei aziende, edili e di energia rinnovabile, del valore di 26 milioni di euro, sono state sequestrate da carabinieri del Ros e del comando provinciale di Catania all’imprenditore Santo Massimino, ritenuto vicino al clan Santapaola-Ercolano. Lo ha deciso la Cassazione che ha annullato senza rinvio l’ordinanza il dissequestro dei beni disposto dal Tribunale del riesame. Massimino è stato arrestato nell’operazione Iblis nel novembre 2010 e condannato in primo grado a 12 anni di reclusione.

Condividi: