Migranti: Dalai Lama critica Suu Kyi per silenzi su Rohingya

(ANSA) – BANGKOK, 28 MAG – Il Dalai Lama, leader spirituale dei buddisti tibetani, ha criticato l’icona della dissidenza birmana Aung San Suu Kyi per il suo silenzio sull’odissea dei migranti Rohingya. Secondo i suoi commenti riportati dal quotidiano ‘The Australian’, la premio Nobel per la pace non avrebbe fatto abbastanza per difendere la minoranza musulmana che l’Onu considera tra le più discriminate al mondo.

Condividi: