Anziano travolto e ucciso, investitore si fermò per soccorsi

(ANSA) – MOTTOLA (TARANTO), 30 MAG – Il conducente della ‘Opel’ che giovedì sera ha travolto e ucciso a Mottola l’80enne maestro di musica in pensione Piero De Mitis si fermò subito dopo l’incidente per chiamare i soccorsi. Lo precisa in una nota l’avv. Giovanni Quero, spiegando che l’automobilista, che conosceva la vittima, si è anche recato in ospedale a Taranto, dove l’anziano è poi deceduto. Dai primi accertamenti della Polizia locale era stato riferito di un investimento ad opera di un’auto ‘pirata’.

Condividi: