Migranti:Myanmar,no a critiche ‘non equilibrate’ su Rohingya

YANGON (MYANMAR) – Il Myanmar ha respinto quelli che definisce ”commenti non equilibrati” fatti da numerosi vincitori di premi Nobel per la pace, volti a chiedere la fine delle persecuzioni contro i musulmani Rohingya. L’elenco dei premi Nobel scesi in campo, comprendente il sudafricano Desmond Tutu, l’attivista iraniano per i diritti umani Shirin Ebadi e l’ex presidente di Timor Est Jose Ramos-Horta, ha lanciato l’appello al termine di due conferenze nella capitale norvegese la settimana scorsa.

Condividi: