Calcio venezuelano: L’italo-venezuelano Rouga giocherà coi Metropolitanos

Rouga

CARACAS – L’italo-venezuelano Andrés Rouga giocherà la prossima stagione nel Metropolitanos. Il difensore nato 33 anni fa a Caracas ha passato le ultime due stagioni al Mineros calcando il campo per ben 3503 minuti. Rouga ha firmato un contratto che lo lega alla compagine capitolina fino al dicembre 2016, dove disputerà: Torneo Adecuación 2015, Coppa Venezuela ed i Tornei Apertura e Clausura 2016.

Il calciatore apporterà alla squadra viola la sua esperienza e spera di regalare tante gioie alla sua nuova società. “Sono felice per questa opportunità. Ho accettato la proposta del club con tanta voglia di fare bene, sopratutto per gli sforzi fatti dalla società per portarmi qui. Conosco bene lo stile di gioco dei miei futuri compagni e so che faremo bella figura”.

Nella sua vasta esperienza ha vestito le casacche di Caracas, Junior de Barranquilla (Colombia), AlkiLarnaca e AEL Limassol FC (Cipro), Deportivo Táchira e Mineros de Guayana.

Il veterano calciatore spera di apportare il suo granellino di sabbia sin dal primo giorno del ritiro. “Il principale obiettivo é quello di lottare per la zona alta della classifica e qualificarci per una competizione internzionale. Tutti sogniamo di vincere lo scudetto ad inizio stagione”.

Rouga ha le idee chiare su come si preparerà la squadra durante la pre season “L’idea é trovare il top della forma durante il ritiro estivo, fare le cose bene anche perchè da tempo non gioco e spero di aiutare la squadra dal primo giorno per centrare gli obiettivi tracciati”.

Stando alla notizia battuta dall’area comunicazione dei Metropolitanos il calciatore è recuperato dall’infortunio subito nella passata stagione.

“Grazie a Dio sto bene, mi sono ripreso dall’infortunio ed ho potuto disputare la parte finale del Torneo Clausura con il Mineros. Il mio obiettivo personale é quello di avere maggiore continuità e poter recuperare il mio stato di forma per guadagnarmi un posto nella squadra. Poi l’obiettivo del club, che secondo me é quello più importante,è quello di diventare un punto di riferimento all’interno del paese e credo che nei Metropolitanos le cose si stiano facendo bene”.

Sin dagli inizi, il Metropolitanos ha avuto come caratteristica un mix di esperienza e giovani “Credo che il calcio attuale é cosí. I giovani ti danno la freschezza, quell’allegria che rendono la squadra più veloce e dinamica. Mentre i veterani ti permettono di saper gestire le partite. Questa squadra ha proprio questo mix perfetto”.

In passato durante il suo girovagare per i principali team della Primera División ha avuto l’opportunità di giocare con Toyo e Mcintosh “Ho avuto la possibilità di giocare con Toyo e con Mcintosh, entrambi sono dei punti di riferiento in qualsiasi squadra. Questo ci aiuterà ad ottenere gli obiettivi tracciati. Avere un gruppo equilibrato aiuta a gestire le diversi situazioni che affronteremo nell’arco della stagione”.

Il ritiro del Metropolitanos partirà il prossimo 8 giugno sul campo dell’Universidad Santa María dove la squadra viola inizierà a calibrare i pezzi in vista del Torneo de Adecuación.

(Fioravante De Simone/Voce)

Condividi: