Rai Italia non lascia le Americhe

CARACAS – Rai Italia non lascia le Americhe. Viale Mazzini ha messo fine alla ridda di voci che davano per certa la notizia che Rai Italia stava facendo le valigie e avrebbe spento il segnale in questa parte dell’oceano.
In un comunicato, l’ad di Rai Com, Luigi De Siervo, ha spiegato che “la decisione di distribuire direttamente i propri canali è stata presa da Viale Mazzini per garantire un maggiore controllo del processo distributivo e commerciale, nonché una migliore qualità del segnale. Dopo 18 anni – prosegue il comunicato – è stato chiuso il contratto con la società saudita Dallah Albaraka per affidarsi alla banda dei satelliti Galaxy 23 e IntelSat. Questa nuova distribuzione ha creato qualche inconveniente che ha impedito in alcune zone la visibilità del canale, in quanto non tutti gli oltre 1200 distributori hanno provveduto a risintonizzare il segnale. Come del resto accade nelle case con il digitale terrestre. I nostri telespettatori americani possono stare tranquilli: Rai Italia continuerà a vedersi.
Dal canto suo, commentando la notizia riportata da alcuni mass-media, il Responsabile Rai per le relazioni con i media, Fabrizio Casinelli, ha replicato riferendosi agli Stati Uniti e Canada:
– Non corrisponde al vero il fatto che dal 1 giugno non si veda più la Rai in tutta l’America del Nord.
Casinelli ha spiegato che “dopo circa 18 anni di contratto con la società saudita Dallah Albaraka, Rai, anche nell’interesse dei propri utenti, ha scelto di distribuire direttamente i propri canali per garantire un maggiore controllo del processo distributivo e commerciale ed una migliore qualità del segnale.
Ha poi aggiunto:
– Questa scelta ha comportato l’esigenza di un aggiornamento delle soluzioni tecniche di distribuzione che sono state avviate nel Nord America nella notte del 31 maggio scorso. I canali Rai trasmessi in America del Nord sono attualmente visibili in tutti i territori e tutto ciò è facilmente riscontrabile.
Per quel che riguarda, invece, il Venezuela, fonti di Viale Mazzini hanno spiegato alla “Voce” che nella notte tra Domenica 31 Maggio e Lunedì 1 giugno è stato effettuato lo “switch-over” dei canali RAI Italia, Rai World Premium e Rai News 24. Durante questa operazione, necessaria al fine di assicurare già nell’immediato un servizio qualitativamente più elevato, pare si siano verificati, come nel caso dell’operatore “Intercable”, alcuni problemi nella corretta ricezione del segnale. L’operatore avrebbe dovuto, ifatti, necessariamente risintonizzare i decoder in sua dotazione. Quest’operazione, si insiste in Viale Mazzini, è stata correttamente pianificata dalla RAI inviando a ciascun operatore locale, con il dovuto anticipo, le informazioni necessarie per la corretta ricezione dei canali. Pare che spiacevoli situazione, come quelle verificatesi in Venezuela, si siano ripetuti in altri Paesi. Comunque, stando alla Rai, la percentuale degli operatori coinvolti sarebbe stata minima.
I connazionali che attraverso gli operatori locali usufruiscono del segnale Rai, quindi, non hanno di cui preoccuparsi.