Uccide la moglie, gip dispone resti in carcere

(ANSA) – MILANO, 6 GIU – Resterà in carcere Amine El Gahazzali, il marocchino di 25 anni che ha ucciso sua moglie, Sara El Omri, 19 anni, ad Albino (Bergamo). Il gip ha convalidato l’arresto, dopo l’interrogatorio in cui l’immigrato ha raccontato di essersi difeso da un’aggressione della moglie. Ricostruzione ritenuta però non credibile. Per la sua amante, la sedicenne J. S., nata in Kosovo ma residente in Svizzera è stata disposta la custodia in una comunità minorile: la giovane è al sesto mese di gravidanza.

Condividi: