Bernardo Caprotti ritira querela figlio, non voglio condanna

(ANSA) – MILANO, 8 GIU – “Come padre non vuole che il proprio figlio venga condannato” quindi ha ritirato la querela sporta nei confronti del primogenito che lo ha fatto finire sotto processo per diffamazione. Si è concluso così uno dei capitoli della saga della famiglia Caprotti, con il padre Bernardo, patron del gruppo Esselunga, che aveva denunciato il figlio Giuseppe e che questa mattina in Tribunale ha Milano ha rinunciato a proseguire la querelle in un’aula di giustizia.

Condividi: