Gb: Cameron, su referendum sono stato capito male

(ANSA) – LONDRA, 8 GIU – Sull’ultimatum agli euroscettici del suo governo in vista del referendum sull’Ue in Gran Bretagna, David Cameron sostiene di essere stato capito male. Il premier britannico ha chiarito di non avere ancora deciso la linea sul referendum, perché “non conosciamo ancora l’esito del negoziato” per modificare le relazioni Ue-Gb. Secondo i quotidiani odierni, Cameron aveva lanciato invece ieri dal G7 un ultimatum ai membri del governo, minacciando di cacciare i ministri favorevoli alla Brexit.

Condividi: