Expo: chiuse indagini su figlio ex manager Acerbo e altri

(ANSA) – MILANO, 9 GIU – I pm di Milano Claudio Gittardi e Antonio D’Alessio hanno chiuso il filone di inchiesta relativo alle presunte irregolarità nella gara per l’Expo ‘Vie d’Acqua Sud’ nel quale sono indagati Livio Acerbo, figlio di Antonio, l’ex responsabile del Padiglione Italia che ha già patteggiato, gli imprenditori Enrico Maltauro e Giuseppe Asti e il legale rappresentante della Sps srl Arturo Donadio. Le accuse a vario titolo sono corruzione aggravata e turbativa d’asta.

Condividi: