Truffe: ‘il business del colpo di frusta’, in 90 a processo

(ANSA) – TORINO, 9 GIU – “Il colpo di frusta era un business. Poteva fruttare illecitamente anche 20 mila euro”. E’ la testimonianza resa in tribunale da un ispettore di polizia giudiziaria a un processo contro una banda che truffava le assicurazioni con incidenti fasulli. Gli imputati sono 90. In precedenza, 46 avevano patteggiato e 10 (fra cui la figura principale) erano stati condannati in abbreviato. La banda si avvaleva della compiacenza di carrozzieri, medici e avvocati. A sostenere l’accusa il pm Paolo Toso.(ANSA).

Condividi: