Musiciste morte intossicate:chiesto processo per 4, omicidio

(ANSA) – FIRENZE, 9 GIU – Proprietario, amministratore e due tecnici di una ditta non controllarono la caldaia: così madre e figlia musiciste morirono il 14 febbraio 2013 nella casa di Firenze dove abitavano. Ora la procura chiede il processo per i quattro imputati, accusati di omicidio colposo. Le due vittime, la bulgara Ruth Pardo, 60 anni, pianista, e la figlia Lara D’Angelo, 35, violoncellista, morirono nel sonno per asfissia chimica da inalazione di monossido di carbonio sprigionatosi dall’impianto.

Condividi: