Saluto romano durante commemorazione, prosciolti in dieci

(ANSA) – MILANO, 10 GIU – Il gup di Milano Donatella Banci Buonamici ha prosciolto “perché il fatto non sussiste” dieci militanti di estrema destra accusati di apologia del fascismo per aver fatto il saluto romano durante la commemorazione a Milano dello studente Sergio Ramelli, di Enrico Pedenovi e Carlo Borsani, nell’aprile 2014. Erano accusati di violazione della legge Scelba per aver compiuto “manifestazioni usuali del disciolto partito fascista” come “la ‘chiamata del presente’ e il “saluto romano”.

Condividi: