Boldrini, Matteotti diede voce a indignazione

(ANSA) – ROMA, 10 GIU – Ricordando che nell’Aula di Montecitorio il 30 maggio del 1924 Matteotti tenne un discorso “che fu un atto di accusa contro lo squadrismo fascista denunciandone la illegalità e le intimidazioni”, Boldrini ha detto che egli “diede voce alla indignazione di chi non voleva rassegnarsi alla violenza ed alla negazione dei diritti. Il suo assassinio fu un attacco frontale alla Istituzione parlamentare che avrebbe portato alla totale demolizione delle libertà civili e politiche”.

Condividi: