Immigrazione: stima e insulti per prof che ospita profughi

(ANSA) – TREVISO, 10 GIU – Insulti via Facebook, quasi tutti anonimi, ma anche attestazioni di solidarietà e offerte d’aiuto per Antonio Silvio Calò, l’insegnante di liceo di Treviso che da ieri ospita nella sua casa 6 giovani immigrati di Gambia e Nigeria. Oggi, ultimo giorno di scuola, Calò è stato accolto da manifestazioni di stima da parte dei suoi studenti e dei colleghi. Sugli attacchi subiti, il docente ha detto che si tratta di contestazioni arrivate via Fb in forma anonima, e “tutt’altro che originali”.

Condividi: