Azzurri: Conte col Portogallo conferma il 4-3-3

Italy's forward Graziano Pellè (L) and Italy's head coach Antonio Conte () during a training session

FIRENZE. – Anche contro il Portogallo privo di Cristiano Ronaldo, nell’ultimo test stagionale degli azzurri, Antonio Conte schiererà l’Italia con il modulo 4-3-3 che ben ha funzionato venerdì nella delicata sfida con la Croazia valida per le qualificazioni europee, terminata 1-1.

Qualche cambiamento però ci sarà, per gli infortunati che hanno lasciato Coverciano in questi giorni (da Buffon a De Silvestri) e perché il ct vuole mettere alla prova alcuni elementi. Così, stando a quanto emerso dall’allenamento, tra i pali ci sarà Sirigu, in difesa la coppia centrale formata da Bonucci e Ranocchia, sulle corsie esterne Darmian e De Sciglio.

A centrocampo Conte dovrebbe chiedere un sacrificio a Pirlo, al momento favorito su Marchisio, che sarà sostenuto da Soriano, che ha smaltito un problema fisico accusato durante l’ultimo stage, e Bertolacci mentre in attacco il tridente dovrebbe essere formato da Candreva e El Shaarawy protagonisti contro la Croazia e Immobile al posto di Pellè lievemente acciaccato al ginocchio sinistro anche se si è regolarmente allenato.

“Sono felice e orgoglioso di aver detto sì alla Nazionale, lo sarei di più se avessi maggiore spazio, spero martedì di giocare” ha detto l’italo-argentino Vazquez.

Oggi è prevista una nuova sessione di lavoro, poi la partenza da Firenze per Ginevra. Gli azzurri martedì scenderanno in campo con Unhcr a sostegno della campagna a favore dei rifugiati, con raccolta fondi ‘Casa dolce casa’ dedicata agli oltre 50 milioni di rifugiati e sfollati costretti a lasciare le loro abitazioni per fuggire da guerre e violenze. Anche gli spettatori potranno intervenire con un sms al 45507.

Condividi: