Coppa America: Venezuela, Sanvicente meglio di Paez e Farías

Venezuela's coach Noel Sanvicente attends a press conference

CARACAS – Per Noel ‘Chita’ Sanvicente nella Coppa America tutto sta filando per il verso giusto. L’ex allenatore di Caracas e Zamora é riuscito a realizzare un’impresa mai riuscita ad altri mister vinotinto: vincere nella gara di esordio del torneo continentale.

Dal 1967, allora il torneo si disputò in Uruguay, fino ad Argentina 2011 la nazionale venezuelana di calcio aveva racimolato in 15 gare un magro bottino di 3 pareggi e 12 sconfitte, con uno score di 4 reti segnate e 42 reti subite.

Domenica, sul campo dello stadio ‘El Teniente’ della città di Roncagua la Vinotinto ha vinto per la prima volta nella sua storia in una gara d’esordio della Coppa America. La vittoria per 1-0 contro la Colombia é servita per interrompere una scia negativa che durava da 48 anni. Poi va aggiunta la ciliegina sulla torta, la vittoria contro i cafeteros é stata la prima in Coppa America, prima del match di domenica la storia raccontava un bilancio di quattro ko ed un pareggio.

‘Chita’, il figlio prodigio di San Felix, nato il 21 dicembre di 51 anni fa, nel post partita ha commentato di aver utilizzato tutte le armi possibili per scardinare l’attacco colombiano dove nientemeno ci sono mostri del calibro di James Rodríguez, Radamel Falcao García, Juan Cuadrado e Jackson Martínez che in totale costano circa 185 millioni di euro.

La migliore performance all’esordio.

Nella Coppa America del 1979, quella si disputò in di- verse sedi, il Venezuela esordì con un pareggio 0-0 con- tro la Colombia nello stadio Pueblo Nuevo di San Cristobal. Ventotto anni dopo, la nazionale venezuelana di calcio ha ottenuto un nuovo pareggio 2-2, questa volta contro la Bolivia, nella Coppa America disputata in casa nel 2007. In quella occasione l’allenatore del Venezuela era Richard Paez e la partita si disputò a San Cristobal. Nel 2011, in Argentina, il tecnico era César Farías e l’im- presa fu più grande blocando sullo 0-0 il più blasonato Brasile.

Come dice un famoso proverbio “se il buon giorno si vede dal mattino” ci siamo, il Venezuela può sperare in un futuro roseo, in questo caso Vinotinto, sotto la guida di Noel Sanvicente. Non resta che dire lunga vita a Sanvicente Vinotinto. Il prossimo impegno sarà battere il Perù e staccare con un turno d’anticipo il pass per i quarti.

(Fioravante De Simone/Voce)

Condividi: