Sarah: difesa Sabrina, paradossale reo confesso sia libero

(ANSA) – TARANTO, 17 GIU – “E’ paradossale che un reo confesso sia libero”. Lo ha detto, parlando delle dichiarazioni autoaccusatorie di Michele Misseri, l’avv. Franco Coppi, che sta discutendo al processo d’appello per l’omicidio di Sarah Scazzi in qualità di difensore di Sabrina Misseri, condannata in primo grado all’ergastolo. “Le indagini – ha detto ancora Coppi – sono cominciate già col pregiudizio nei confronti di Sabrina”. Per l’accusa, quest’ultima era gelosa della cugina Sarah per motivi sentimentali.

Condividi: