Crac da 3 miliardi, inchiesta mister Borsalino torna ad Asti

(ANSA) – ASTI, 17 GIU – Torna ad Asti l’inchiesta sul crac da 3 miliardi di euro di Marco Marenco, noto come mister Borsalino per essere stato proprietario della nota azienda di cappelli. Il fascicolo, aperto ad Asti nel giugno 2014 e trasferito poi ad Alessandria, è ora nelle mani del pm astigiano Luciano Tarditi. Arrestato lo scorso 29 aprile in Svizzera, dopo un anno di latitanza, e ora ai domiciliari, Marenco è accusato di bancarotta, truffa ed evasione fiscale. E’ difeso dall’avvocato Vittorio Nizza.(ANSA).

Condividi: