La lotta di Bergoglio contro la “vecchia” Curia

Pubblicato il 19 giugno 2015 da redazione

bergoglio

CITTA’ DEL VATICANO. – “Quanti scandali nella Chiesa e quanta mancanza di libertà per i soldi!”. L’ultima tuonata di papa Francesco contro il malaffare nell’istituzione ecclesiastica è del 21 marzo scorso durante la sua visita pastorale a Napoli. Ma è dal giorno che si è insediato al soglio di Pietro che l’argentino Bergoglio combatte la sua battaglia per scacciare i mercanti dal tempio.

Una pulizia a 360 gradi che sta conducendo con una riforma profonda delle strutture ma soprattutto puntando a una conversione spirituale sulla quale martella di continuo anche i prelati nelle posizioni di vertice.

Fece scalpore alla vigilia dell’ultimo Natale il suo impietoso discorso sulle quindici malattie della Curia. Dall’Alzheimer spirituale alla vanagloria dal sentirsi indispensabile, all’accumulare denaro e potere, dai circoli chiusi al “profitto mondano”, è stato proprio il durissimo elenco stilato da lui stesso a dare la misura di quanto cammino c’è ancora da fare sulla via del rinnovamento.

Eppure si tratta di un’azione che non ha vita facile, di una riforma che per ammissione stessa dei cardinali del C9 che vi lavorano, incontra “molte resistenze” mentre lo stesso pontificato di Bergoglio in appena due anni è già punteggiato dall’emergere di vicende che appaiono ancora oggi come una zavorra del passato rispetto all’avanzare del nuovo corso.

Ci sono stati arresi di vescovi in Vaticano per pedofilia (il caso Wesolowski), oppure di monsignori addetti alla contabilità dell’Apsa accusati di riciclaggio e truffa (il caso Scarano). Più recentemente indagini giudiziarie hanno colpito anche capidicastero, come il presidente del pontifico consiglio della Famiglia, mons. Vincenzo Paglia, indagato dalla procura di Terni per la compravendita di un castello, mentre uno strettissimo collaboratore del Papa come il prefetto per l’Economia, cardinale George Pell, dovrà testimoniare in Australia sulle accuse rivoltegli di aver coperto sacerdoti responsabili di abusi sessuali su minori.

Ma la vicenda del cardinale Giuseppe Versaldi, porporato legato all’ex segretario di stato, il cardinale Tarcisio Bertone, fa emergere anche un altro scenario: la possibilità che ci sia qualcuno in curia disposto a tenere nascoste cose al Papa pur di portare avanti propri progetti. E anche questo non può non definirsi un remare contro. Francesco ne è consapevole come è consapevole del fatto che c’è chi parla di un Papa isolato.

Ma Bergoglio conta oltre che sull’enorme sostegno popolare, un vero toccasana che lo rinfranca in ogni incontro con la folla dei fedeli, anche su un gruppo scelto di collaboratori fuori e dentro la Curia che sono saldamente con lui nel progetto di ribaltare la Chiesa dal profondo. Francesco non si fermerà: anche se ha rivelato di avere la sensazione che il suo pontificato sarà breve, è deciso a portare avanti la sua rivoluzione.

Uno dei suoi collaboratori del C9 e suo grande sostenitore in conclave del resto commentava recentemente la frase del Papa sul pontificato breve intendendola proprio come “una sorta di avvertimento di Bergoglio verso quanti pensano di sbarrargli la strada opponendogli un’ostinata e pervicace resistenza dietro le quinte”.

(Di Nina Fabrizio/ANSA)

Ultima ora

21:24Calcio:1-0 al Gremio, Real Madrid vince Mondiale club

(ANSA) - ROMA, 16 DIC - Il Real Madrid ha vinto il Mondiale per club battendo 1-0 (0-0) i brasiliani del Gremio nella finalissima giocata questa sera ad Abu Dhabi. Decisivo il gol di Cristiano Ronaldo su punizione all'8' della ripresa.

21:19Usa: Trump, con taglio tasse crescita fino al 6%

(ANSA) - WASHINGTON, 16 DIC - Donald Trump ha difeso oggi il testo della riforma fiscale concordata dai repubblicani respingendo le critiche che avvantaggerà più i ricchi che la middle class. La previsione del presidente è che l'economia Usa comincerà a volare dopo l'approvazione della legge, crescendo dall'attuale 3% al "4%, 5% e forse anche 6% alla fine".

21:11Leader estrema destra a Praga,no all’Ue in Europa del futuro

(ANSA) - PRAGA, 16 DIC - I leader dei partiti populisti dell'estrema destra europea, uniti oggi a Praga per discutere del futuro dell'Europa si sono impegnati a lavorare insieme per creare un nuovo modello di cooperazione continentale distante dal modello dell'Unione europea. Rivolgendosi ai partecipanti della conferenza Marine Le Pen, alla guida del Front National francese, ha definito l'Ue "una organizzazione disastrosa" che "sta uccidendo l'Europa". Geert Wilders, fondatore del partito anti-Islam olandese per la Libertà, ha proposto che l'Europa segua l'esempio del presidente Usa Donald Trump che ha imposto un bando sull'immigrazione da alcuni Paesi a maggioranza musulmana.

21:11Inaugurato primo Gufo Bar nel Bresciano, titolari minacciati

(ANSA) - BRESCIA, 16 DIC - E' stato inaugurato a Palazzolo sull'Oglio, nel Bresciano, il primo Gufo Bar in Italia, locale che espone gufi vivi. Dopo che i proprietari avevano ricevuto minacce, anche di morte, da gruppi di animalisti, all'apertura, avvenuta nel pomeriggio, non si sono registrate tensioni nonostante la presenza di un corteo animalista composto da una ventina di persone. Alla prima mancavano però proprio i gufi. "Abbiamo temuto tensioni e quindi la scelta è stata quella di non esporre gli animali" hanno detto i titolari del bar di Palazzolo sull'Oglio. "Non rinunciamo al nostro progetto, ma vogliamo comunque verificare bene cosa dica la legge sulla presenza di animali nei locali. I nostri gufi - hanno aggiunto - sono nati, cresciuti in cattività e regolarmente registrati. Agli animalisti che minacciano di entrare nel locale per liberare i gufi diciamo che, se liberati, gli animali morirebbero".

21:10Pd: Renzi al lavoro su liste, i migliori nei collegi

(ANSA) - ROMA, 16 DIC - Matteo Renzi ha avviato, a quanto si apprende, il lavoro per definire le candidature con un giro di contatti e telefonate anche con Andrea Orlando e Michele Emiliano. La strategia elettorale è di mettere i candidati più forti alla guida dei collegi, ad esempio Renzi a Firenze centro; il premier Paolo Gentiloni a Roma 1; Dario Franceschini a Ferrara e proporzionale in Basilicata; Andrea Orlando a La Spezia, prevedendo anche la candidatura nel proporzionale; Marco Minniti nel collegio a Reggio Calabria e nel proporzionale in Veneto. Per Orlando probabile collegio a La Spezia e proporzionale in Calabria. Per Del Rio collegio di Reggio Emilia o Bolzano e proporzionale in Sardegna. La strategia, spiegano fonti del Nazareno, è mettere in campo nei collegi i candidati migliori e radicalizzare lo scontro con il M5S come dimostrano le polemiche di questi giorni su 80 euro, Europa e pensioni.

20:36Scuola: ‘bottone rosso’e Carta diritti, novità alternanza

(ANSA) - ROMA, 16 DIC - Un "bottone rosso" (digitale) che gli studenti in alternanza scuola-lavoro potranno usare per segnalare eventuali criticità. Una Carta dei diritti e dei doveri per chi è impegnato in questa attività didattica "innovativa". E ancora, un osservatorio istituito al Ministero dell'istruzione con il compito di produrre ogni anno - il primo sarà a giugno 2018 - un report su quanto fatto. Si rafforza con gli Stati generali, oggi al Miur, e con l'introduzione di questi nuovi strumenti, l'alternanza scuola-lavoro che la legge 107 ha reso obbligatoria per gli studenti del triennio delle superiori. L'obiettivo, ha ribadito la ministra Valeria Fedeli, è offrire ai ragazzi, con il contributo di tutte le parti, "le garanzie per un sistema con più qualità, trasparenza e responsabilità". Un sistema che, secondo il sottosegretario Gabriele Toccafondi, ha ancora luci e ombre, ma che mira a far crescere e formare la persona. A puntare il dito sulle ombre sono stati l'Unione degli studenti e il Fronte della gioventù comunista.

20:35Droga: in autocisterna vino 700 chili cocaina e hashish

(ANSA) - TORINO, 16 DIC - Nell'autocisterna del vino erano nascosti 700 chili di cocaina e hashish. E' la scoperta fatta dai carabinieri del Nucleo Investigativo di Torino, in collaborazione con i colleghi di Cagliari - dove è iniziata l'indagine - che hanno arrestato due italiani di 30 e di 32 anni. L'autocisterna è stata fermata all'interno di un capannone di Moncalieri, alle porte di Torino. Una volta travasato il vino rosso, dentro la cisterna sono saltate fuori delle casse metalliche con all'interno lo stupefacente. Il mezzo è stato sequestrato. Le indagini proseguono nel massimo riserbo per stabilire la provenienza della droga e identificare i complici dei due arrestati. (ANSA).

Archivio Ultima ora