F1Austria: la Ferrari di Vettel davanti, ma è solo venerdì

Formula One Grand Prix of Austria

ROMA. – Dalle ‘stalle’ fino a superare le Stelle, quelle d’argento della Mercedes. E’ la giornata ‘double face’ di un sempre sorridente Sebastian Vettel che ce la mette davvero tutta per riuscire ad esprimersi anche in italiano e allo stesso tempo per far andar forte la sua Ferrari, nonostante i guai capitatigli, fino al punto di portarla, seppur di poco, davanti alla supermonoposto di Nico Rosberg.

Bene anche l’altro ferrarista Kimi Raikkonen che conquista due buoni terzi tempi sia al mattino che al pomeriggio e poi sembra citare ‘Via col vento’ per dire che nonostante sia stata una giornata quasi perfetta ‘domani è un altro giorno’.

Sottotono, anche se nel passo gara ha dimostrato di essere sempre davanti a tutti, il campione del mondo Lewis Hamilton che ha chiuso le seconde prove libere con un anonimo quinto tempo dietro anche alla Lotus di Pastor Maldonado. Ancora un venerdì da dimenticare per Fernando Alonso e la sua McLaren, penalizzato di 20 posizioni per aver sostituito motore termico e turbocompressore.

E così il primo giorno in pista sul circuito targato Red Bull dello Spielberg ha visto la Ferrari di Vettel chiudere davanti a tutti con un ottimo 1’09”860 nonostante il problema incontrato alla trasmissione nelle prime libere che non gli ha consentito di girare e i guai al cambio nel pomeriggio che gli hanno impedito di completare il lavoro sul passo gara.

“Nella sessione pomeridiana abbiamo avuto un problema con il cambio, uno dei sensori è andato in modalità allarme e – ricostruisce il pilota tedesco della Ferrari – ho dovuto rallentare. Ovviamente ora analizzeremo attentamente quanto accaduto: non sappiamo ancora quale sia il problema, ma sembra estraneo a quello avuto al mattino. E’ sempre meglio che certe cose succedano durante le prove libere piuttosto che in qualifica o in gara, ma dobbiamo esaminare il problema e assicurarci che non accada di nuovo. In termini di feeling con la pista, il giro è corto e l’importante è trovare il ritmo giusto. Purtroppo non siamo riusciti a percorrere tutti i kilometri che avremmo voluto, ma – assicura Vettel – il passo era buono e abbiamo raccolto molte informazioni. Sappiamo di avere una buona macchina e di essere competitivi, ora dobbiamo vedere come andrà questa sera. Dobbiamo cercare di rimanere il più possibile vicini alla Mercedes, la qualifica di domani si annuncia molto interessante”.

I guai incontrati oggi? “Sometimes (a volte, ndr) la vita è così”, conclude Vettel in un mix tra inglese e italiano. Felice ma sempre molto cauto l’altro ferrarista Raikkonen: “Oggi è stata una buona giornata di lavoro, ma è solo venerdì ed è difficile sapere dove siamo rispetto ai nostri avversari, anche perché le caratteristiche di questo tracciato riducono i distacchi tra le vetture. Purtroppo – aggiunge il pilota finlandese della Ferrari – ho potuto completare solo un giro con le supersoft: stavo andando veloce e sono finito largo, distruggendo l’anteriore destra. E’ un peccato perché avrei preferito fare il long run con quella mescola piuttosto che sulla soft. Anche se sono rimasto bloccato nel traffico è andata più o meno bene. Ora dobbiamo aspettare e vedere cosa accadrà domani, fare in modo che tutto funzioni e da lì preparare un buon fine settimana”.

Condividi: