Papa: recita poesia piemontese, ‘Razza nostrana’

(ANSA) – TORINO, 21 GIU – “Dritti e sinceri, quel che sono, appaiono”: è l’inizio di una poesia piemontese di Nino Costa, ‘Razza nostrana’, o ‘Rassa nostrana’, come è titolata in dialetto. Papa Francesco ne ha recitato una parte durante l’omelia nella Messa a Piazza Vittorio definendo Costa “un famoso poeta nostro”, sottolineando così le origini piemontesi della sua famiglia. “Cari fratelli e sorelle torinesi e piemontesi i nostri antenati sapevano bene che cosa vuol dire essere ‘roccia’, cosa vuol dire ‘solidità'”.

Condividi: