Mancini, il regista dei colpi di mercato dell’Inter

Pubblicato il 21 giugno 2015 da redazione

Italian head coach of Fc Inter Roberto Mancini

MILANO. – C’è la mano di Mancini nei successi di mercato dell’Inter. Il tecnico nerazzurro è parte attiva nelle trattative del club, si spende in prima persona contattando i giocatori, corteggiandoli e spiegando chiaramente le sue ambizioni e il progetto della squadra. E’ quanto accaduto anche nell’acquisto di Kondogbia, al centro del derby di mercato col Milan. Le parole di Mancini hanno convinto il giocatore e probabilmente anche la sua famiglia, permettendo così all’Inter di superare la concorrenza rossonera.

L’affare Kondogbia è il risultato di una totale, e probabilmente ritrovata, sintonia tra l’allenatore e la proprietà. Un colpo da record, l’acquisto più costoso dell’era Thohir, che fa felice il tecnico jesino. Mancini lo aveva dichiarato apertamente nell’ultima conferenza stampa della stagione: “Rimango al cento per cento, ma il mercato è importante”.

Servono rinforzi all’Inter per poter soddisfare le ambizioni dell’allenatore, investimenti consistenti per aggiudicarsi i nomi indicati nell’ultimo summit di mercato con Thohir. Il presidente nerazzurro, dando l’ok alla cifra record per Kondogbia, ha mandato anche un chiaro segnale ai tifosi e all’allenatore. C’è la volontà di rilanciare la squadra e riportarla ai vertici della Serie A e in Europa.

Ma l’Inter non ha concluso così il suo mercato. La società ha già individuato un altro rinforzo per il centrocampo: Giannelli Imbula dell’Olympique Marsiglia. Con il giocatore e la società c’è già un accordo, un’operazione che potrebbe superare i 20 milioni di euro. E, anche in questo caso, Mancini avrebbe contattato personalmente il giocatore. La trattativa è ben avviata e nelle prossime ore l’Inter potrebbe aggiudicarsi il quarto rinforzo di questo inizio mercato. Anche se l’ad del Milan Adriano Galliani, a caccia di alternative dopo il ‘no’ di Kondogbia, sembra si sia inserito nella trattativa.

Ora l’Inter dovrà fare delle scelte nel mercato in uscita. Tanti i candidati a fare le valigie per garantire un rientro economico al club. Primo tra tutti Mateo Kovacic, su cui resta importante l’interesse del Liverpool, ma anche Fredy Guarin e Hernanes viste anche le tante alternative a centrocampo ora a disposizione del tecnico.

E con l’arrivo in difesa di Murillo e Miranda, potrebbero dire addio anche Vidic e Juan Jesus. Mosse obbligate per ricostruire l’Inter, seguendo sempre le indicazioni del manager all’inglese Roberto Mancini.

Ultima ora

15:20Migranti: ok a progetto per impiego in Scavi Pompei e Reggia

(ANSA) - NAPOLI, 18 DIC - Una migliore distribuzione dei migranti sul territorio attraverso anche l'impiego sperimentale nei servizi sociali, in particolare in alcune realtà turistiche di grande pregio come gli Scavi di Pompei e la Reggia di Caserta. É il senso del protocollo d'intesa siglato oggi a Napoli con il ministro degli Interni Marco Minniti da 265 sindaci della Campania (il 70% del territorio) per l'accoglienza dei richiedenti asilo. "Un progetto bello e straordinario - ha sottolineato il ministro - che mette in campo una visione comune basata su accoglienza, umanità, integrazione e sicurezza e che se dovesse avere successo renderà migliore non solo la Campania ma l'Italia intera".

15:16Assad, 400 mld dollari di danni materiali dalla guerra

(ANSA) - MOSCA, 18 DIC - I danni materiali del conflitto in Siria ammontano a circa 400 miliardi di dollari: è la stima fatta dal controverso presidente siriano Bashar al Assad e riportata oggi dal vice premier russo Dmitri Rogozin. "Secondo le stime del presidente siriano - ha detto Rogozin - i danni provocati da questa aggressione contro la Siria ammontano a circa 400 miliardi di dollari".

15:16Calcio: Torino, Ansaldi operato a Monaco,intervento riuscito

(ANSA) - TORINO, 18 DIC - E' "perfettamente riuscito" l'intervento di sports Hernia, l'ernia dello sportivo, a cui è stato sottoposto Cristian Ansaldi. Il difensore del Torino, che ha anticipato l'intervento già previsto per giugno approfittando dalla lesione muscolare alla lesione destra che comunque l'avrebbe tenuto fuori fino al 2018, è stato operato dalla professoressa Ulrike Mushawech alla Atos Klinik di Monaco di Baviera. Era presente anche il responsabile sanitari del club granata, Rodolfo Tavana. Nei prossimi giorni, informa il club, Ansaldi verrà dimesso e tornerà a Torino dove lavorerà con lo staff medico granata per riprendere l'attività sportiva. I tempi per il recupero all'attività agonistica non sono stati resi noti.

15:15Calcio: Udinese, Oddo “a Napoli per passare il turno”

(ANSA) - UDINE, 18 DIC - "Non sottovalutiamo l'impegno di Coppa, andiamo a Napoli per vincere, per passare il turno. Se poi saranno più bravi di noi...". Il proclama arriva dal tecnico dell'Udinese Massimo Oddo, nella conferenza stampa della vigilia in vista della gara degli ottavi di coppa Italia a Napoli, che riporta i bianconeri di fronte alla capolista, dopo il successo di sabato con l'Inter. Una gara preparata "questa mattina", con un occhio al prossimo impegno di campionato sabato con l'Hellas Verona che porterà un inevitabile turnover: "Ci sono due partite in una settimana, quindi è normale provare a gestirle, con i pro e i contro, a prescindere contro chi giochi. Qualcuno ha bisogno a livello fisico di recuperare, chi va in campo va a cogliere una opportunità importante", ha aggiunto annunciando che in porta giocherà Scuffet e con gli uomini contati in difesa ne confermerà "due su tre".

15:13Romania: migliaia in piazza contro riforma giustizia

(ANSAmed) - BELGRADO, 18 DIC - In Romania migliaia di persone hanno nuovamente manifestato ieri sera in varie città del Paese contro la riforma del sistema giudiziario varata dal governo del premier socialdemocratico Mihai Tudose, accusata di minare lo stato di diritto e vanificare la lotta alla corruzione dilagante. Nella capitale Bucarest circa 5 mila persone hanno percorso in corteo il centro della città partendo dalla sede del governo e raggiungendo il parlamento, dove oggi è in programma una seduta dedicata all'esame della legge contestata. "Vogliamo giustizia, non corruzione", "Governo covo di ladri", hanno scandito i manifestanti che hanno sfidato il maltempo e il freddo intenso. Proteste popolari si sono registrare in diverse altre città quali Timisoara, Cluj, Brasov.

15:10Germania: parenti vittime Amri da Merkel, assenti Di Lorenzo

(ANSA) - BERLINO, 18 DIC - I parenti delle vittime dell'attentato del mercatino di Natale di Berlino incontrano stamattina la cancelliera Angela Merkel, a un anno dalla tragedia che li ha colpiti. Non ci saranno, però, i parenti di Fabrizia Di Lorenzo, che non verranno nella capitale tedesca neppure domani per la commemorazione ufficiale, nella data del primo anniversario. I Di Lorenzo, come i familiari delle altre 11 vittime di Anis Amri, il tunisino che travolse la folla nella Breitscheidplatz con un camion, hanno firmato una lettera aperta alla Merkel, criticando la gestione complessiva dell'accaduto e rimproverandole, fra l'altro, di non aver porto loro le condoglianze personalmente, in un anno. La settimana scorsa, il delegato per i familiari delle vittime Kurt Beck ha reso pubblico un rapporto in cui con le denunce dei parenti delle vittime sulle tante mancanze del sistema, si faceva autocritica.

15:05Di Maio, se si farà referendum sull’Euro voto per l’uscita

(ANSA) - ROMA, 18 DIC - "Se si dovesse arrivare al referendum, che però io considero una 'extrema ratio', è chiaro che io voterei per l'uscita, perché significherebbe che l'Europa non ci ha ascoltato. Ma io vedo oggi una opportunità dall'Europa". Lo ha detto a L'aria che tira, su La7, il candidato premier di M5s Luigi Di Maio, rispondendo alla domanda su come voterebbe in caso di referendum per l'uscita dell'Italia dall'Euro.

Archivio Ultima ora