Expo: Padiglione Italia è già un libro e un docufilm

Padiglione-Italia

MILANO. – A meno di due mesi dall’inaugurazione di Expo Milano 2015 lo spazio simbolo del ‘saper fare italiano’, Padiglione Italia, viene celebrato in un libro e in un docufilm. Entrambi sono stati presentati nella cornice di Palazzo Italia, edificio cuore pulsante del padiglione, che rimarrà come eredità al termine dell’esposizione.

Alla presentazione hanno partecipato gli architetti dello Studio Nemesi, Michele Molè e Susanna Tradati e a portare i saluti istituzionali è stata la padrona di casa, il commissario per il padiglione Italia, Diana Bracco. ‘Padiglione Italia. Expo Milano 2015’ (Skira editore, 216 pagine, 39 euro), è il titolo del volume curato da Luca Molinari, che ripercorre le fasi della realizzazione del padiglione italiano a Expo: dalle prime idee, alle ispirazioni, alla progettazione, fino ai cantieri e alla fase operativa, attraversata anche da difficoltà e ritardi.

“Il cantiere è una scommessa molto difficile da gestire perché tra le sue carni di ferro, vetro e cemento si comprimono i desideri, i saperi e le attese di chi ha progettato l’edificio – ha spiegato Luca Molinari – di chi lo ha voluto e di chi lo sta realizzando, in attesa, chiaramente, di chi poi lo verrà ad abitare”.

Cuore del Padiglione italiano è l’edificio di Palazzo Italia “il più complesso che esiste oggi al mondo”, come lo definisce chi lo ha progettato. Il suo rivestimento bianco, che si ispira alle ramificazioni di un albero, è composto da oltre 700 pannelli tutti diversi tra loro, realizzati con 2 mila tonnellate di cemento biodinamico, brevettato da Italcementi. Lo speciale rivestimento cattura gli elementi inquinanti e, attraverso una reazione chimica, mantiene bianca la superficie.

“Il progetto non è altro che un laboratorio straordinario di idee e di innovazione – ha commentato l’architetto, Michele Molè – L’industria delle costruzioni in Italia ha dimenticato purtroppo questi aspetti, ha perso in qualche modo gran parte della sua capacità di innovazione”. Palazzo Italia e la sua architettura “raccontano di un Paese che sta cercando una nuova identità e un ruolo nel mondo – ha commentato Luca Molinari – ancora forte di tante eccellenze produttive e progettuali che ci consentono di sperare in un futuro migliore”.

Padiglione Italia è anche un docufilm dal titolo ‘This is me’, con la regia e la sceneggiatura di Paolo Scarfò e Raffaele Festa Campanile E’ il racconto del progetto e della sua realizzazione attraverso le voci del committente, dei progettisti, delle imprese di costruzione, degli operai.

(di Michela Nana/ANSA)

Condividi: